A Dovadola si presenta "I Guidi. Signori di Dovadola" di Carlo Giannelli

Sabato, alle 16, al Teatro Comunale di Dovadola, verrà presentato il libro "I Guidi. Signori di Dovadola. Storia di una comunità e di una famiglia comitale tra X e XV secolo" di Carlo Giannelli, Società Editrice "Il Ponte Vecchio", Cesena 2017. Insieme all'autore interverrà Gabriele Zelli, sindaco di Dovadola. Coordinerà l'incontro, lo storico Marco Viroli. Ai partecipanti sarà consegnata in omaggio una copia del volume. Ingresso libero. Per informazioni 349 3737026.

“I Guidi. Signori di Dovadola. Storia di una comunità e di una famiglia comitale tra X e XV secolo” di Carlo Giannelli (Soc. Editrice “Il Ponte Vecchio”, 2017). Nella storia delle signorie romagnole, le vicende dei Guidi sono tra le più complesse e affascinanti, perché i loro dominî si divisero tra quattro linee dinastiche e si imposero su un ampio territorio, avente al suo centro l’Appennino tra la Romagna e la Toscana. Di questa storia complessa, il libro di Carlo Giannelli – dopo aver descritto nella sua parte iniziale l’origine dei Guidi e le complesse vicende dei loro rapporti con la signoria territoriale degli arcivescovi di Ravenna, con Firenze e con la Romagna – ìsola le vicende dei Guidi signori di Dovadola, città che già a metà del XIV secolo era dotata di istituzioni comunali.

Fino all’inizio Quattrocento, i Guidi del ramo dovadolese saranno co-protagonisti dei principali avvenimenti politico militari del tempo, servendo la Chiesa e la Repubblica fiorentina come podestà, rettori o uomini d’arme; e ciò fi no al 1406 quando Dovadola passò sotto il dominio diretto della Repubblica fiorentina. Il libro dà conto infine della finale avventura di Guelfo Guidi, che nel 1427, durante la guerra tra Firenze e i Visconti, riprende il potere a Dovadola per conto della Chiesa, un potere che mantiene fino al 1439, anno in cui viene assassinato. La sua tragica morte, che riconsegna la città al dominio fiorentino, segna la fine di questo ramo della famiglia.

Carlo Giannelli - Nato a Dovadola nel 1948, vive a Forlì. Laureato in Giurisprudenza, nel 1985 ha conseguito il diploma di Archivistica, Paleografi a e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di Bologna. Dal 1973 al 1984 è stato funzionario dell’Area Amministrativa del Comitato Comprensoriale di Forlì nonché segretario della Commissione per la tutela delle Bellezze Naturali della Provincia. Dal 1985 ha svolto le funzioni di Cancelliere del Giudice di Conciliazione di Forlì. Dal 1994 è passato alle dipendenze del Ministero della Giustizia come cancelliere del Giudice di Pace di Faenza e poi presso la Procura della Repubblica di Forlì. Consigliere comunale di Dovadola per oltre 15 anni, ne è stato sindaco dal 1990 al 1995. In questo suo primo libro “I Guidi. Signori di Dovadola” affronta la storia di una comunità e di una famiglia comitale tra X e XV secolo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • Pranziamo insieme? Pranzo de scartoz al quartiere Schiavonia-San Biagio

    • Gratis
    • 26 maggio 2019
    • corso Garibaldi
  • Blues, fantasmi e Blind Boy Gunn per il secondo Dylan Day

    • Gratis
    • 23 maggio 2019
    • sedi varie - vedi programma
  • Duecento anni di "Infinito", un convegno sull'opera di Leopardi

    • Gratis
    • 30 maggio 2019
    • Sala delle Assemblee della Fondazione CaRisp

I più visti

  • "Ottocento", un grande viaggio nell'arte italiana tra Hayez e Segantini

    • dal 9 febbraio al 16 giugno 2019
    • Musei di San Domenico
  • Finger Food Festival: piatti regionali, birre artigianali e musica in piazza

    • Gratis
    • dal 31 maggio al 2 giugno 2019
    • piazza Cavour
  • Tagliatelle, crostini e altri piatti prelibati alla Sagra del fungo prugnolo

    • Gratis
    • 26 maggio 2019
    • giardini pubblici
  • Arte e gioia di vivere, il ricordo di Enzo Bellini a Palazzo Romagnoli

    • Gratis
    • dal 14 dicembre 2018 al 16 giugno 2019
    • Palazzo Romagnoli
Torna su
ForlìToday è in caricamento