Anna Mazzamauro, Milena Miconi, Elena Sofia Ricci: a teatro il successo è tutto al femminile

Il Teatro di Dovadola saluta una stagione con vari tutto esaurito grazie alle grandi attrici italiane e alle originali rappresentazioni del Teatro delle Forchette

"Grande successo", è quanto afferma la direzione del Teatro Comunale di Dovadola per la appena conclusa Stagione Teatrale 2018/19.
Una ampia proposta che ha portato sul palco nomi importanti quali Anna Mazzamauro che col suo Nuda e Cruda ha stupito e incantato pubblico e critica con la sua inaspettata ma intuita capacità anche drammatica nel raccontarsi tra il serio e il faceto, Giulia di Quilio, Milena Miconi, un ritorno fuori cartellone a  
richiesta di Elena Sofia Ricci, tutti contenti dell'accoglienza della città.

La Direzione Artistica del Teatro Delle Forchette sottolinea anche la sorpresa di un pubblico sempre attento e partecipe che ha portato a molti tutto esaurito durante la stagione. 

Il Teatro locale sorride poi con il Balletto Classico, Enrico Zambianchi sempre magico, Denio Derni che col suo omaggio a Pitutì, lo storico  proiezionista del cinema Teatro Verdi di Forlimpopoli, e tre produzioni del Teatro Delle Forchette per affrontare argomenti e tematiche importanti quali La Satira sociale con Cleopatra, la psiche umana e le tragedie che ne scaturiscono con Cuore di Mamma e il dramma umano e sociale dell'omofobia e soprattutto l'ignoranza verso malattie quali l'AIDS con The Normal Heart.

Una volontà comune quella dell'Assessorato alla Cultura e Tetro delle Forchette che mira sempre più, con  
risultati sempre in crescita, a vivacizzare una comunità che sta riscoprendo il valore del proprio Teatro come luogo e come concetto culturale aggregativo conoscitivo, unitamente al far scoprire a sempre più persone  
provenienti da città e province limitrofe una cittadina che sta crescendo anche in senso culturale.

Una crescita, quella del Teatro di Dovadola, che dimostra attenzione e propensione alle nuove proposte e la "gestione di un Cartellone e di uno Spazio Scenico che anche quest'anno chiude alla grande, confermando che spesso sono proprio i piccoli centri a proporre qualcosa di grande".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento