Record di spettatori e abbonamenti raddoppiati, il Teatro di Predappio festeggia la Stagione

Toccata la soglia dei 5000 spettatori anche grazie a un'offerta sempre più vasta. Riscontro positivo grazie ai grandi protagonisti e alle compagnie del territorio

"E per quest'anno la Stagione termina con un riscontro più che positivo", questo è quanto affermano i responsabili del Teatro Comunale di Predappio al termine della Stagione 2018/2019.

Ed ecco quelli che sono stati i numeri della programmazione teatrale: toccata la soglia dei 5000 spettatori, abbonamenti raddoppiati e un'offerta sempre più vasta.

Praticamente sempre un tutto esaurito per la Stagione che ha visto avvicendarsi sul Palco del bel Teatro Comunale ben quattro Temi in micro cartelloni che affiancandosi al quinto, e cioè l'effettiva Stagione di Prosa, compongono un pacchetto importante per risultati artistici di visibilità e di interesse culturale vario e mai banale ripetitivo o scontato.

Per la Stagione principale nomi quali Edorado Leo e il suo folgorante one man show che ha ottenuto un vero e proprio tripudio di sala, Milena Miconi e la sua divertente Sit-com all'italiana portata in Teatro, la bellissima Giulia di Quilio che ha raccontato la Storia del Burlesque per la prima volta in assoluto come forma di spettacolo in una Stagione di Prosa stupendo il pubblico per bravura e particolarità di proposta, Giorgio Pasotti che ha raccontato in un altro one man show una storia del Teatro senza annoiare ma coinvolgendo una  
sala gremita e soddisfatta, e come ultimo ma forse più eclatante per proposta teatrale, Tiziana Foschi e Antonio Pisu, che con "Lettere d'Oppio" hanno regalato al pubblico un esempio pressoché perfetto di teatralità pura.

Nella stessa programmazione il debutto del musical che affronta in modo unico la tematica del bullismo, "Heathers", il fascino della riscrittura parodistica ma mai gratuita del classico "Odissea" di Massimiliano Bolcioni per la regia di Stefano Naldi e il surreale francese di una commedia quale "Buon Natale Agenzia Salvagente". 

Incastrate come pietre preziose le serate musicali con tre gruppi strepitosi: The Grace che hnnoa presentato un omaggio a Jeff Buckley, gli Equ col loro concerto "Durante" e un quintetto di voci femminili a cappella, il Quinto Elemento.

La parte cinematografica della Stagione, definita quest'anno "La guerra dei ricordi", aveva il compito di far ricordare una parte di storia di questo Paese, la seconda guerra mondiale, che ancora così tanto segna i cuori, e lo ha fatto con tre titoli significativi: Vogliamo vivere, L'ultima spiaggia e Le ciliegie sono mature.

Il Teatro cittadino storico visto attraverso le sue due Compagnie amatoriali storiche Gli Sgumbié di San Savino e A Egregie Cose trovare sempre il giusto spazio in cartellone. E per le Compagnie giovani del territorio, sotto l'egida di "Passione per il Teatro", ecco un debutto in anteprima con "Il Premio", lavoro finale del Corso di Regia e Scrittura della Scuola di Teatro The Theatre del Teatro delle Forchette, che ha colpito e fatto meditare per il contenuto. Poi la Compagnia dell'Anello con un tutto esaurito di due giorni grazie al musical "Frankenstein Junior". Chiusura alla grande con un ritorno che in tanti non si aspettavano ma da tempo auspicavano: Cenerentola di Massimiliano Bolcioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Continua il tour romagnolo della Dea Bendata: dopo i gratta e vinci ecco il colpo con la Lotteria Italia

  • Colpisce due auto e poi si cappotta nel fosso: pauroso incidente

  • Falegname e pizzaiolo nei weekend, apre una pizzeria tutta sua: "Vetrina che si riaccende in centro"

  • Assume cocaina, perde la testa e cerca delle scarpe tra le auto: non lo ferma nemmeno lo spray al peperoncino

  • Postano su Facebook la foto del gatto rubato dal negozio: madre e figlia nei guai

  • Bel regalo di Natale in anticipo: gratta e vince una bella somma col 46 di Valentino Rossi

Torna su
ForlìToday è in caricamento