Dalla Guerra alla Pace: è di scena la Storia con un cast di eccezione

    Domenica alle ore 16.30 al Teatro Verdi di Forlimpopoli andrà in scena “Dalla guerra alla Pace. La Storia si fa spettacolo”,  una rappresentazione del tutto inedita con un cast di eccezione: oltre 80 tra giovani e giovanissimi della rete dei  Consigli Comunali dei Ragazzi della Provincia di Forlì-Cesena. I ragazzi coinvolti  provengono dai Comuni di Castrocaro Terme e Terra del Sole, Forlimpopoli, Modigliana.

    Sotto l’attenta  regia di Francesca Fantini, i giovani attori, impegnati da diversi mesi in un articolato percorso di ricerche, approfondimenti e rielaborazioni confluite nello  spettacolo, hanno dato voce non solo alla Storia del passato ma anche alle storie di tutti i giorni che ci vengono raccontate dai media e che entrano di prepotenza nelle nostre case.

    Il progetto “Teatro e Memoria” , del quale lo spettacolo è il momento di sintesi, ha preso le mosse da una ricerca d'archivio condotta nei fondi storici dei singoli Comuni  sui temi della  Grande Guerra, di cui quest'anno ricorre il centenario, e si è snodato attraverso il secondo conflitto mondiale per arrivare alla dolorosa realtà che ci vede spettatori di guerre accese su più fronti, in particolare alle storie di migranti che, pur di fuggire dai conflitti bellici, abbandonano le proprie radici, le proprie vite e i propri affetti, affrontano esperienze inenarrabili, per giungere in contesti non sempre accoglienti e rispettosi dell’identità umana.

    Dall’impegnativo lavoro di studio e di ricerca ha preso vita un copione davvero emozionante che è riuscito a declinare gli scopi e gli obiettivi del progetto fra cui la necessità imprescindibile della Pace,  una consapevolezza maturata progressivamente dai giovani consiglieri che hanno accettato la sfida di mettersi in gioco su questi temi importanti. Fondamentale, quindi, il percorso educativo e di sensibilizzazione promosso da Cittadinanza attiva e Partecipazione democratica e voluto dall'Assemblea Legislativa della Regione Emilia–Romagna, che anche quest’anno ha offerto ai ragazzi l’ opportunità di lavorare insieme  ai funzionari e agli amministratori pubblici. Significativa per la buona riuscita del progetto la collaborazione dell'Associazione Amnesty International."

    Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...