Parte “Trasporti eccezionali”, un contest per band e artisti emiliano romagnoli

Il concorso prevede una residenza d'artista, la produzione di un album e un tour promozionale. Tra i luoghi "in palio" anche il Teatro Petrella di Longiano

Nasce “Trasporti eccezionali”, un progetto che attraverso la pratica della residenza creativa, intende promuovere i talenti musicali della regione Emilia-Romagna.

L’obiettivo del progetto, interpretando le indicazioni e le opportunità che vengono offerte della nuova legge regionale sulla musica, è quello di sviluppare, attraverso un network, un serio progetto di residenza accompagnato da tutoraggio/formazione, promozione attraverso concerti live e produzione discografica di giovani artisti/gruppi dell’Emilia-Romagna.

Partendo dalla storica esperienza del Teatro Petrella di Longiano riconosciuto a livello nazionale quale luogo di residenza artistica e scelto da numerosi produttori musicali per periodi di prove e presentazioni delle anteprime, con il progetto Trasporti Eccezionali si vuole estendere questa pratica alla Casa della Cultura Italo Calvino di Calderara di Reno, elegante struttura di nuova realizzazione alle porte di Bologna e all’Accademia – Centro Musicale Polivalente di Parma.

Trasporti Eccezionali lancia la prima “call pubblica”, su tutto il territorio regionale, che invita gli artisti e i gruppi residenti o domiciliati in Emilia Romagna, di età inferiore ai 30 anni, a presentare un progetto musicale originale con testi in prevalenza in lingua italiana o dialetto emiliano-romagnolo.

Sulla base dell’originalità dei brani, del valore artistico, dell’esecuzione tecnica e della qualità dei testi verranno individuati i tre artisti/gruppi da inserire nel progetto di residenza del 2019.

Sarà scelto un artista/gruppo nel territorio Rimini/Forlì Cesena/Ravenna che troverà dimora al Teatro Petrella di Longiano, un artista/gruppo nel territorio Bologna/Ferrara/Modena che troverà dimora alla Casa della Cultura Italo Calvino di Calderara di Reno, un artista/gruppo nel territorio Reggio E./Parma/Piacenza che troverà dimora presso L’Accademia – Centro Musicale Polivalente di Parma.

Il percorso previsto per ogni residenza comprende un periodo di formazione/tutoraggio di 40 ore con affiancamento di esperti del settore musicale; l’utilizzo della sala prove dello spazio designato per 50 ore; incontri formativi sulla legislazione e i diritti d’autore, i contratti di lavoro, il marketing musicale e la promozione della legalità; un concerto al termine della residenza nel luogo designato e la promozione del lavoro attraverso i canali di comunicazione di “Trasporti Eccezionali”.

Successivamente ad uno degli artisti-gruppi che parteciperà alla residenza verrà garantita  la produzione e la promozione di un album  e un tour live promozionale di almeno 8 concerti.

Per proporre la propria candidatura occorre compilare il modulo di iscrizione sul sito www.trasportieccezionali.org  entro il 28 febbraio 2019

La partecipazione al progetto, grazie al contributo offerto dalla nuova legge sulla musica della Regione Emilia-Romagna, è completamente gratuita.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il marito non torna a casa, la moglie fa la macabra scoperta: trovato morto nell'orto

  • Cronaca

    Pini a rischio crollo: previsti abbattimenti al Ronco e al quartiere Spazzoli

  • Cronaca

    Fiamme all'attacco di un tetto di un'abitazione: i Vigili del Fuoco limitano i danni

  • Politica

    Tariffe Alea, il Pd bacchetta il centrodestra: "Criticano le scelte dei propri amministratori"

I più letti della settimana

  • Le dieci migliori pizzerie di Forlì: ecco la classifica secondo gli utenti di "Tripadvisor"

  • Tremendo scontro a Due Palazzi, quattro feriti di cui due gravi

  • Nuovo polo commerciale all'uscita dell'A14: due grandi negozi come il 'Globo', ristoranti e fast-food

  • Nuovo polo commerciale all'uscita dell'A14: due grandi negozi come il 'Globo', ristoranti e fast-food

  • Densa nuvola di fumo nero in cielo fa scattare l'allarme

  • Dagli scavi di Piazzale della Vittoria emerge una "pagnotta" di duemila anni fa: al via le analisi

Torna su
ForlìToday è in caricamento