Caccia & country, bilancio positivo per la nona edizione. E già si pensa al decennale

Domenica Fipsas ha presentato nel corso di un appuntamento dedicato l’applicazione “Hooking” scaricabile sia per Ios che Android

In archivio la nona edizione di Caccia & Country Fishing Expo”, il salone dedicato all’arte venatoria, alla pesca e alla tutela dell’ambiente. L’evento si è chiuso domenica ai padiglioni fieristici di via Punta di Ferro a Forlì con un buon afflusso di pubblico fatto di appassionati ma non solo: merito, questo, di un  programma ricchissimo di appuntamenti e di espositori che hanno portato all’attenzione del pubblico le ultime novità di mercato, prodotti e servizi di altissimo livello.  Tra tutte spicca di certo l’innovazione tecnologica che non poteva non investire questi settori. Proprio domenica Fipsas ha presentato nel corso di un appuntamento dedicato l’applicazione “Hooking” scaricabile sia per Ios che Android, che consente ai pescatori di acquistare il permesso di pesca in pochissimi tap, con l’opportunità, inoltre, di registrare le proprie catture dicendo addio una volta per tutte al classico libretto cartaceo. L’applicazione, infatti, comunica in tempo reale i dati delle catture effettuale e segnala la quota massima giornaliera di pescato. Sul lato della green economy e della eco-sostenibilità, la Ghisamestieri Tech ha presentato due prodotti Smart: il palo intelligente GeniusCharge, in grado di erogare la connessione Wifi, la sicurezza delle aree urbane attraverso l’utilizzo di telecamere ad alta definizione, l’analisi dei video in tempo reale (per valutare i comportamenti anomali e/o eventuali criticità), la gestione dei parcheggi, la lettura delle targhe, la ricarica elettrica da 22 kW per autoveicoli; la panchina Smart, con servizi integrati come connessione Wifi, ricarica Usn, presa elettrica e illuminazione Led.

Focus anche sulla produzione dei mitili, un settore che ha portato l’Emilia Romagna ai primi posti a livello nazionale grazie ai prodotti di eccellenza realizzati e immessi sul mercato come le cozze di Marina di Ravenna, o la cozza biologica allevata in acque marine selezionate. Proprio il rispetto dell’ambiente è stata anche occasione di riflessione alla luce anche del recente tavolo di confronto tenutosi a Ravenna presso la sede dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro settentrionale. Nel corso dell’incontro è stato presentato lo studio di Legambiente in cui emerge che solo il 25% della plastica utilizzata per la mitilicoltura viene raccolto mentre il 75% viene disperso in mare accrescendo il problema delle microplastiche. Nella sola zona di Porta Garibaldi, nel ferrarese, le reti da coltivazione sono risultate l’80% dei rifiuti recuperati in soli sei mesi di monitoraggio, una cifra che davvero impone una riflessione. Non si poteva, quindi non parlare di sostenibilità ambientale nel focus tenutosi nell’area meeting della Regione Emilia Romagna e a tal proposito è stato ricordato come per la pesca e l’acquacoltura siano stati stanziati ben 750 mila euro proprio per sostenere l’innovazione e la sostenibilità delle imprese.

Per il 2019 sono stati messi a disposizione circa mezzo milione di euro con l’obiettivo di sviluppare conoscenze tecniche, scientifiche e organizzative per ridurre l’impatto sull’ambiente e promuovere l’applicazione di nuovi metodi di produzione, sviluppando e magari introducendo sul mercato nuove specie, ma anche di avviando processi e sistemi di gestione e organizzativi nuovi e migliorativi. Proprio grazie alla proposta contenutistica offerta da Caccia & Country, dicevamo, il pubblico ha apprezzato l’edizione di quest’anno cogliendo l’occasione di informarsi anche per curiosare tra gli stand di accessori e articoli specializzati, mettendosi anche alla prova nel tiro con l’arco e il tiro al piattello laser, ma anche nelle vasche di lancio dove ragazzi e adulti hanno potuto prendere qualche utile lezione sulla pesca sportiva e testare qualche canna da pesca. Da ultima ma non meno importante la sezione soft air, una pratica sportiva che sta riscuotendo sempre più successo. Il bilancio, quindi, non può dirsi che positivo e l’organizzazione, chiusi i battenti della nona edizione, è già al lavoro per la prossima, quella del decennale per cui si preannunciano già novità importanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pidocchi a scuola? Niente panico: ecco cosa fare per risolvere il problema

  • Lavoro e università: quali saranno le professioni più ricercate nei prossimi anni?

  • Il Pettirosso diventa "L'Albero Felice": nuovo nome per l'asilo di San Lorenzo

  • 4 app imperdibili per studiare meglio grazie allo smartphone

  • Festival della Cultura tecnica, iniziativa serale al "Matteucci" di Forlì

  • Caccia & country, bilancio positivo per la nona edizione. E già si pensa al decennale

Torna su
ForlìToday è in caricamento