Aria polare porterà un'eccezionale ondata di maltempo, allerta "arancione": attese forti piogge e tanta neve sui rilievi

Cadrà tanta pioggia, con accumuli anche superiori ai 50 millimetri; precipitazioni che tenderanno a trasformarsi in neve oltre i 600 metri

Dopo le piogge di venerdì è in arrivo un'eccezionale ondata di maltempo, una delle più importanti degli ultimi mesi per l'Emilia Romagna. La Protezione Civile ha diramato un'allerta "arancione" per "criticità idrogeologica ed idraulica", e "gialla" per vento. Cadrà tanta pioggia, con accumuli anche superiori ai 50 millimetri; precipitazioni che tenderanno a trasformarsi in neve oltre i 600 metri, con picchi massimi di sul crinale di oltre 30 centimetri. Dopo settimane di temperature oltre le medie del periodo, domenica è previsto un ribaltone, con valori sotto la norma di oltre 10°C.

Una forte ondata di maltempo, come ha spiegato Pierluigi Randi, tecnico meteorologo di Emilia Romagna Meteo e vicepresidente dell'associazione di meteorologici professionisti Ampro, dovuta "alla rimonta di un vasto promontorio di alta pressione fino alle latitudini della Groenlandia che bloccherà le correnti occidentali; di riflesso una colata di aria artica si dirigerà dal polo verso l’Europa centrale ed infine, sebbene attenuata, fino al Mediterraneo centrale inclusa la nostra penisola". Fortunatamente sono basse le possibilità di gelate, che potrebbero determinare danni ingenti alle colture.

FREDDO IN ARRIVO: L'INTERVISTA ALL'ESPERTO

L'allerta

Spiega la Protezione Civile nel bollettino diramato sabato mattina: "La discesa di un nucleo di aria fredda polare da nord determinerà condizioni di forte instabilità per domenica. Nella prima parte della giornata si prevedono precipitazioni diffuse di moderata-forte intensità sui settori centro-occidentali, con locali rovesci temporaleschi e nevicate al di sopra dei 700-800 metri, con accumuli anche di 30 centimetri sull'alto Appennino".

La perturbazione - viene illustrato - tenderà a traslare verso est nella seconda parte della giornata interessando più diffusamente il settore orientale, con precipitazioni moderate-elevate, anche a carattere temporalesco e quota neve sopra i 1000 metri". I fenomeni, viene evidenziato, "determineranno condizioni di criticità idraulica, con allerta "arancione", riferita principalmente ai fiumi Romagnoli". Sui settori orientali sono previsti inoltre venti forti da nord est con raffiche attorno a 90 km/h. Il mare si attende anche agitato con altezza d’onda tra 2-3 metri, con possibilità di ingressione marina.

La previsioni dell'Arpae

Domenica, informa il servizio meteorologico dell'Emilia Romagna, il cielo si presenterà "molto nuvoloso con precipitazioni moderate diffuse che dal settore occidentale si propagheranno anche al resto del territorio nel corso della mattinata. Le precipitazioni assumeranno anche carattere di rovescio temporalesco, risultando più intense e persistenti sul settore centro-orientale, con possibilità di locali episodi di grandine di piccole dimensioni o acqua mista a neve. Sui rilievi le precipitazioni potranno assumere carattere nevoso fino a quote attorno ai 700-800 metri sul settore centro-occidentale, oltre i 1000 metri sul settore orientale".

Nelle prime ore del giorno le temperature saranno comprese tra 10 e 15 gradi ma, in rapida diminuzione nel corso della mattina fino a valori attorno 6-7 gradi nelle aree interne e 10-11 gradi lungo la costa. I venti soffieranno in prevalenza settentrionali di intensità debole-moderata nell'interno; moderati nord-orientali sul settore orientale, tendenti a rinforzare fino a divenire. Il mare si presenterà mosso, con moto ondoso in rapido aumento in mattinata fino a divenire molto mosso, agitato al largo. La tendenza è per un esaurimento dei fenomeni: lunedì il cielo è atteso nuvoloso con tendenza ad ampie schiarite che dal settore occidentale si estenderanno al resto del territorio. Precipitazioni residue sono attese in Romagna nella prima parte della giornata. Entro sera sono attesi ampi rasserenamenti e temperature in aumento nei valori massimi, mentre in calo per quanto concerne le minime.

Nei giorni a seguire, informa l'Arpae, "correnti occidentali manterranno condizioni di debole instabilità per tutto il periodo con possibilità di locali precipitazioni in un contesto di nuvolosità variabile. Le temperature in leggero rialzo soprattutto nei valori minimi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Donna in carrozzina investita sulle strisce pedonali mentre attraversa vicino al supermercato

  • Tenta il suicidio lanciandosi contro le auto in transito: salvato dalla Polizia

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

  • La Dakar si macchia dell'ennesima tragedia, il dolore dei piloti forlivesi: "Una giornata triste"

Torna su
ForlìToday è in caricamento