Mille euro al mese per le mamme: la mobilitazione per il reddito di maternità continua

È possibile firmare la proposta di legge anche nei comuni di Forlimpopoli, Meldola, Galeata, Civitella, Portico San Benedetto, Bertinoro, Rocca San Casciano, Dovadola, Castrocaro terme-Terra del Sole e Premilcuore

Ad un passo dal traguardo nazionale delle 50.000 firme necessarie per depositare in Parlamento il disegno di legge sul Reddito di Maternità, il Popolo della Famiglia di Forlì torna in piazza Saffi sabato pomeriggio con il suo banchetto informativo. La proposta pevede mille euro al mese esentasse per le donne che scelgono di fare le mamme a tempo pieno. La legge punta a garantire il reddito per otto anni, facendo ripartire ogni volta che nasce un altro figlio, mentre dal quarto in poi e in caso di diversamente abili, l'indennità diventa vitalizia. Costo della misura: tre miliardi l'anno a valere sul fondo della presidenza del Consiglio per le politiche familiari e le Pari opportunità per il triennio 2020-22. Le firme nelle prossime settimane, entro aprile, saranno depositate in Parlamento. 

"L'ultima legge di iniziativa popolare attualmente in discussione presso le commissioni Affari Sociali e Giustizia della Camera è quella sull'eutanasia,  accompagnata da 130.000 firme portate a Montecitorio da Marco Cappato e definita dal ministro Grillo “una assoluta priorità” - viene ricordato -. Noi puntiamo a essere l’opzione uguale e contraria. Vogliamo finalmente utilizzare gli strumenti legislativi di iniziativa popolare previsti dall’articolo 71 della Costituzione per un progetto che abbia a che fare con la cultura della vita e con i veri diritti, non con i falsi diritti generati da una cultura di morte . L’uccisione dei sofferenti non può essere un bene tangibile, mentre lo sono certamente la vita e la famiglia".

Il 13 aprile prossimo, al Salone Comunale di Forlì, sarà il presidente del Popolo della Famiglia Mario Adinolfi, viene spiegato, "ad illustrare la proposta chiave del Reddito di Maternità e a chiarire il progetto di rinascita dell'Italia in cui si inserisce questo disegno di legge rivoluzionario;  il riconoscimento giuridico ed economico del lavoro casalingo materno come lavoro ad alta valenza sociale, infatti, unito al fattore famiglia rappresentato dalla riorganizzazione fiscale del quoziente familiare, con defiscalizzazione completa dal quarto figlio, rappresenterebbe il vero motore in grado di far ripartire la famiglia e di conseguenza il Paese intero. Invitiamo i cittadini a sottoscrivere i moduli del Reddito di Maternità depositati a Forlì all'URP, piazzetta della Misura 5, e ricordiamo che è possibile firmare la proposta di legge anche nei comuni di Forlimpopoli, Meldola, Galeata, Civitella, Portico San Benedetto, Bertinoro, Rocca San Casciano, Dovadola, Castrocaro terme-Terra del Sole e Premilcuore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Punta un euro su un gratta e vinci e non crede ai propri occhi: il "Sette e mezzo" è fortunato

  • Nel weekend tornano freddo e neve, ecco dove sono attesi i fiocchi. Ma l'inverno non decollerà

  • E' confermato il ritorno della neve, ecco dove sono attesi i fiocchi bianchi: allerta "gialla"

  • Porta l'auto dal meccanico e dal cofano spunta una micia: "E' una gatta di casa, cerchiamo la sua famiglia"

  • Pit stop "stupefacente" dal gommista: la Squadra Mobile scopre il canale della droga per Forlì

  • Cinquantenne malata di un grave tumore salvata dai primari di Forlì e Rimini

Torna su
ForlìToday è in caricamento