Acri (FI): "Il comune lascia i suoi immobili vuoti e senza destinazioni"

"La coincidenza della chiusura degli uffici della AUSL di via Oberdan del cui immobile non si conosce la destinazione, si unisce all’attesa della nuova vita dell’ormai storico hotel Universal"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

La chiusura recente dell’ottica Balzani, a proposito della quale ho avuto il privilegio, nell’ultima fase delle sua vita, di condividere molti momenti con il compianto Signor Egidio, accende ancora una volta le luci sulla problematica dell’impiego del patrimonio immobiliare del Comune. La coincidenza della chiusura degli uffici della AUSL di via Oberdan del cui immobile non si conosce la destinazione, si unisce all’attesa della nuova vita dell’ormai storico hotel Universal.

A tale proposito in data 13 maggio gli uffici tecnici del comune, nel rispondere ad una mia mail di richiesta, affermavano che entro breve sarebbero iniziati i lavori di ripristino dell’immobile che sembra sia stato acquistato dalla Società Investire SRL : sono passato anche stamani nei pressi dell’immobile ma non ho visto traccia di cartelli cantieristici. Aggiungiamo all’elenco l’ex comando dei Vigili Urbani di Corso della Repubblica che mestamente attende un acquirente ed in prospettiva, restando in argomento, mi chiederei, laddove il trasferimento del comando della Polizia dell’Unione nuovamente si trasferisca, nei locali dell’ex Romagna Acque, quale destinazione attenda i locali lasciati liberi.

Raffaele ACRI – Forza Italia    

Torna su
ForlìToday è in caricamento