Aeroporto, la Lega: "Bene lo sblocco della procedura, adesso aspettiamo la legge di bilancio"

“E’ una bellissima notizia che ci fa ben sperare per il futuro del Ridolfi. Ringrazio in particolare l’On. della Lega Stefano Candiani che in questi mesi si è attivato con gli uffici tecnici del Ministero"

“E’ una bellissima notizia che ci fa ben sperare per il futuro del Ridolfi. Ringrazio in particolare l’On. della Lega Stefano Candiani che in questi mesi si è attivato con gli uffici tecnici del Ministero per sbloccare la situazione. A questo punto non resta che aspettare il varo della legge di bilancio e auspicare che la programmazione vera e propria dei voli possa ripartire la prossima primavera.” A dirlo è il consigliere regionale della Lega Massimiliano Pompignoli, che aggiunge: “come Lega abbiamo seguito fin dal principio le vicende dell’aeroporto, cercando di lavorare nell’interesse della collettività e nella consapevolezza che in ballo c’è il futuro di tutta la Romagna e non solo di Forlì. Lo abbiamo fatto con profonda umiltà, mettendoci a disposizione, in ogni momento, della società che si è aggiudicata la gestione dello scalo. È per questo motivo che le dichiarazioni dell’On. Di Maio mi lasciano profondamente perplesso".

"Se fossi in lui, piuttosto che uscirsene con post al vetriolo nei confronti dell’avversario, condividerei con la città la gioia di aver tagliato un altro piccolo traguardo in vista dell’auspicata riapertura dello scalo. Avanzerei un minimo di entusiasmo rispetto al grande lavoro che questa Amministrazione sta riservando al futuro del Ridolfi; non solo perché si tratta del territorio che l’On. Di Maio rappresenta o che perlomeno dovrebbe rappresentare, ma perché l’acidità che riserva a chiunque non si associ alla sua posizione o al suo modo di fare politica, non giova al rilancio di questo territorio. Non si tratta di appuntarsi al petto una medaglietta – continua Pompignoli – ma di cercare di fare il massimo per Forlì e i forlivesi. Cosa che Di Maio sembra non essere in grado di fare se non affrettandosi a dire la sua in ogni momento, anche quando non interpellato e rispetto a questioni che, perlomeno in questa fase, non lo riguardano. Ma ormai siamo abituati alla smania di protagonismo che ci trasmette sui social e che, non si preoccupi, non intendiamo ‘scippargli’. Purché, nel concreto, serva a far riaprire il Ridolfi”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade di sangue, ancora una tragedia: drammatico schianto sulla via Emilia, un morto

  • Identificato il ciclista forlivese travolto ed ucciso da un suv. Gli amici: "Pedala in cielo"

  • Tira dritto alla rotonda della Tangenziale, si ribalta e distrugge l'auto: vivo per miracolo grazie alle cinture

  • Ruba il bancomat alle colleghe di lavoro, paga aperitivi e fa prelievi: incastrato dalla Polizia

  • Spese pazze dopo l'assalto alla sala slot: presi a Forlì dopo il colpo da 30mila euro

  • Prima il sopralluogo, dopo una settimana il colpo. Addormentano i cani, sfondano un muro e fan razzia di bici

Torna su
ForlìToday è in caricamento