Alea, Prati (Pd): "La scelta di un ambientalismo che guarda al futuro"

"Sono stata invitata da Alea Ambiente Spa, come componente di un'associazione ambientalista, all'evento “Da rifiuto a risorsa,Compimento del progetto Alea Ambiente”" dice Prati

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Sono stata invitata da Alea Ambiente Spa, come componente di un'associazione ambientalista, all'evento “Da rifiuto a risorsa,Compimento del progetto Alea Ambiente”. E' stata una giornata molto emozionante per me,e per tutti quelli come me, che già dai primi anni 2000 credevano che un altro modo di trattamento rifiuti, oltre alla discarica e agli inceneritori,fosse possibile. Per anni, le battaglie contro la costruzione del nuovo inceneritore Hera che fu inaugurato nel 2008,con una portata di 120000 tonn.,hanno coinvolto sempre più persone.

Abbiamo chiamato tecnici, che, con la forza dei numeri, dimostravano che i rifiuti possono essere una risorsa,esperti medici che hanno portato tesi che comprovano la dannosità dell'incenerimento per l'ambiente. Abbiamo chiesto incontri con politici Locali e Regionali,abbiamo tenuto alta l'attenzione dei cittadini attraverso incontri e conferenze.

Un mondo di semplici cittadini e di associazioni ambientaliste, animati da una grande preoccupazione per la qualità ambientale della nostra città, è riuscita a farsi ascoltare dalla politica, Il Sindaco Balzani ha messo il primo seme,il Sindaco Drei ha inserito nel suo programma la necessità di avviarsi verso una società del post- incenerimento. Così, attraverso una vera e propria corsa ad ostacoli ,durata anni, che ha visto coinvolti i 13 Sindaci dei Comuni della Romagna Forlivese di ogni estrazione politica ,il 6 giugno 2017 ,veniva costituita la società In House Alea Ambiente Spa.

Nei primi mesi del 2019 la raccolta porta a porta con tariffa puntuale copre tutto il territorio di 183000 ab.. Tutto questo è stato possibile attraverso un Patto di collaborazione con la Società pubblica Contarina che ha messo a disposizione l'esperienza ventennale di tecnici qualificati come Paolo Contò, che con grande generosità verso la nostra comunità ha dedicato 2 anni di lavoro a questo progetto. I risultati presentati sono già al di sopra delle aspettative con 80% di raccolta differenziata e diminuizione del secco del 72%. Certo, ci sono ancora problemi da risolvere e situazioni da rivedere,ma la politica e le Amministrazioni devono farsene carico,perchè questa è la strada  da seguire ed  il rifiuto può davvero diventare una risorsa per la comunità attraverso la creazione di un vero e proprio distretto dedicato alla economia circolare.

Per continuare la mia battaglia per l'ambiente e per il futuro delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi,sono candidata nella lista del PD a sostegno di Giorgio Calderoni,e partendo da questi primi risultati raggiunti con la creazione di Alea e l'estensione del modello in tutto il territorio forlivese,si potranno fare ulteriori passi in avanti verso una società del post-incenerimento.


Loretta Prati
candidata nella lista del PD a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento