Autobus e disabili, il M5S: "Il Comune fa tante chiacchiere e pochi fatti"

I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Daniele Vergini e Simone Benini, commentano così l'esito dell'incontro di giovedì svolto in Prefettura

"In tema disabilità, come sempre, l’amministrazione comunale fa tante chiacchiere e pochi fatti". I consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Daniele Vergini e Simone Benini, commentano così l'esito dell'incontro di giovedì svolto in Prefettura e finalizzato al miglioramento dell’accessibilità dei servizi di trasporto pubblico locale da parte dei disabili.

Attaccano i pentastellati: "Com'era prevedibile, dopo aver "messo a fuoco" le problematiche, l’incontro si è concluso con una serie di pacche sulle spalle e fumosi propositi per il futuro. La stessa cosa, del resto, era successa nel 2014, prima delle scorse elezioni amministrative: tante chiacchiere alla quali non sono seguiti i fatti. Nello scorso consiglio comunale, tra l’altro, l'assessore Raoul Mosconi, in risposta ad una nostra interrogazione, si è arrampicato sugli specchi per giustificare l'assenza di un piano comunale per l’eliminazione delle barriere architettoniche, che sarebbe obbligatorio per legge ma che il Comune non ha ancora adottato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomentano Vergini e Benini: "Nonostante nel 2016 fosse stata approvata all'unanimità una nostra mozione per impegnare l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Davide Drei a realizzare questo piano, fatto che dimostra un disinteresse totale per l'argomento nonostante gli annunci roboanti. Riguardo a Start Romagna veniamo a conoscenza, poi, che si è impegnata a fare una mappatura delle fermate per incrementare il diritto alla mobilità. Significa che nulla è stato fatto nei 5 anni precedenti? E perchè? E' incredibile come nel 2019 i bus non siano ancora stati dotati del servizio pedane di salita e discesa per i diversamente abili, questa non è una situazione da paese civile. Nel nostro programma trasporti, presentato mesi fa, abbiamo messo fra le priorità sia le pedane di salita che il piano di rimozione delle barriere architettoniche. Basta promesse, è arrivato il momento dei fatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia: la giornata al fiume finisce in tragedia, muore una ragazza

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Covid-19, tornano ad aumentare i casi attivi: a Forlì due nelle ultime 24 ore

  • Scuole: ragioneria raddoppia le prime, lo Scientifico con una succursale. "Didattica a distanza a rotazione"

  • Fa una gita con gli amici e inciampa in una radice: portata al 'Bufalini' in elicottero

  • Doveva chiudere e invece rilancia: in via Balzella arriva una nuova catena non presente a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento