L'ex consigliera di FI Beatrice Bertaccini approda a Fratelli d'Italia: "Qui principi più valorizzati"

Beatrice Bertaccini, l'ex consigliera comunale di Forza Italia è passata a Fratelli d'Italia. Martedì mattina è stata ufficializzata la sua adesione al partito

Beatrice Bertaccini, l'ex consigliera comunale di Forza Italia è passata a Fratelli d'Italia. Martedì mattina è stata ufficializzata la sua adesione al partito. "Ricordo con affetto Forza Italia ma cerco un gruppo nel quale sia possibile confrontarsi ed esprimere le mie idee", evidenzia la consigliera uscente berlusconiana. "Sono molto contento di annunciare il passaggio di Beatrice Bertaccini a Fratelli d'Italia che apparteneva al gruppo di Forza Italia. Il nostro partito è in grande crescita, sono contento che Beatrice abbia deciso di unirsi alla nostra famiglia come recentemente ha fatto anche l'onorevole Gardini al Lingotto di Torino - sottolinea il capogruppo Davide Minutillo - Fratelli d'Italia si è dimostrato quindi un polo appetibile non solo per chi proviene dalla destra ma anche per i liberali ed i moderati. Credo che il nostro partito stia ricoprendo il ruolo di mediatore tra la Lega e Forza Italia cercando di tenere unito il Centro Destra, a Forlì nello specifico stiamo sostenendo la lista civica di Gianluca Zattini”.

Spiega alcuni suoi propositi: “Il nostro obbiettivo è quello di chiudere i finanziamenti alle associazioni politicizzate, penso alla Koinè ed all'Anpi. Questi fondi dovrebbero essere invece spesi per la nostra città e donati alle associazioni di volontariato ed alle case famiglia", conclude.

Per Beatrice Bertaccini, ex consigliere comunale di Forza Italia, la scelta di candidarsi al fianco di Fratelli d'Italia non è stata una scelta facile. "In Fratelli d'Italia ho trovato la valorizzazione di principi che sono nostri come cittadini italiani e forlivesi in particolare. Puntare sul made in Italy e sul nostro territorio in primo luogo. Le nostre aziende producono delle eccellenze ma non sappiamo valorizzarle. Dobbiamo accettare la globalizzazione senza perdere la nostra identità, le nostre capacità imprenditoriali. Le piccole-medio devono essere sostenute -evidenzia la consigliera-. Vorrei fare ritrovare ai forlivesi il desiderio di amare la loro città, quando mi guardo attorno noto che il centro è decadente. La nostra identità parte dal valorizzare ciò che ci circonda, dobbiamo restaurare gli edifici e costruire piste ciclabili che colleghino il centro storico alla periferia. Vogliamo inoltre abolire il parcheggio a pagamento nella parte centrale di Forlì, sia per aiutare le attività economiche che per mantenere vivo il cuore della città. Sarebbe inoltre opportuno riqualificare le aree verdi, spesso lasciate nella decadenza più totale. Forlì ha bisogno di cambiamento”, conclude la consigliera Bertaccini.

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento