Biserna (Forlì per bene): "Quartieri siano protagonisti e non passacarte"

"La partita dei Nuovi Quartieri è in movimento e siamo in attesa di una loro definitiva messa a punto, dove, al di là delle elezioni e del Regolamento, ci sia una effettiva possibilità di protagonismo, nel senso che le loro voci devono contare"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

La partita dei Nuovi Quartieri è in movimento e siamo in attesa di una loro definitiva messa a punto, dove, al di là delle elezioni e del Regolamento, ci sia una effettiva possibilità di protagonismo, nel senso che le loro voci devono contare.

Sono 44 i quartieri (mi pare di ricordare), dovrebbero essere il polso, le punte avanzate sul territorio dell' Amministrazione, per cui è necessario metterli in condizione di esserlo nella sostanza oltre che nella forma.

Questo vuol dire che, vanno sicuramente bene i loro compiti consultivi e di vigilanza e di azioni pratiche e collaborative, ma occorre un meccanismo che in qualche modo li faccia anche formalmente partecipare alla formazione delle scelte attinenti il loro ambito.

Bisogna quindi che le loro proposte e/o richieste abbiano una corsia preferenziale che, da un lato non prevarichi le richieste dei singoli cittadini, ma dall' altro obblighi l' Amministrazione ad un percorso preciso e vincolante.

Del resto le persone che vi mettono impegno dovranno pur vedere dei riscontro di quanto fanno nell' attenzione del Comune al loro operato. Solo in questo modo si riuscirà a farli decollare veramente e sostanzialmente

Giancarlo Biserna

Ass. Forli per Bene

Torna su
ForlìToday è in caricamento