Bruno Molea aderisce a Italia Viva di Renzi: "Necessaria una spinta verso il centro"

Si rafforza la compagine di Italia Viva, il nuovo partito fondato da Matteo Renzi. Anche l'ex deputato di Scelta Civica, il forlivese Bruno Molea, aderisce al nuovo soggetto politico

Si rafforza la compagine di Italia Viva, il nuovo partito fondato da Matteo Renzi. Anche l'ex deputato di Scelta Civica, il forlivese Bruno Molea, aderisce al nuovo soggetto politico. Molea, 64 anni, presidente nazionale di Aics, presidente internazionale della Confederazione internazionale dello sport amatoriale, membro del Consiglio nazionale del Terzo Settore e della giunta nazionale del Comitato italiano Paralimpico, Consigliere nazionale del Coni ha partecipato alla "Leopolda 10", il pensatoio politico tradizionale di Renzi. Al termine della manifestazione, con un post su Facebook, ha quindi annunciato la novità.

Spiega Molea: "Oggi sono stato invitato alla Leopolda 10 a intervenire al tavolo tecnico sullo sport e sul benessere nelle città, al fianco dell’ex collega di Parlamento Daniela Sbrollini. Ospite di Matteo Renzi e di Italia Viva, sono stato chiamato a fare quello che credo di saper far meglio: confrontarmi da tecnico sulle potenzialità della promozione sportiva e su cosa può fare la politica al servizio dello sport, per il bene dei cittadini, del sistema di welfare, del benessere comunitario.  Approvo, sottoscrivo, condivido, l’idea del confronto tecnico-politico attorno a  temi simili: è dalla conoscenza, dallo studio, dalla formazione, che si deve ripartire per la progettazione sociale delle nostre comunità. E senza giovani che stiano lì ad ascoltare, a sollevare le proprie istanze e a proporre il cambiamento, non si va da nessuna parte". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La litigiosità politica del momento, l’incertezza sociale, e la super frammentazione dei partiti da tempo credo che possano essere superati con una spinta verso il centro. Mi sono sempre definito un socialista, nel termine non solo politico ma come uomo impegnato per il bene della società civile, e come socialista mi sono sempre considerato dunque un uomo di centrosinistra. Non amo gli isterismi, temo gli estremismi e sono un moderato. Due valutazioni – del  centro politico e della formazione politica – che mi avvicinano molto a ItaliaViva e al suo modo di intendere la governance di un Paese. Dalla Leopolda, mi sento quindi di dire che sto con Matteo Renzi e con Italia Viva".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il telefono diventa muto e dal conto spariscono migliaia di euro: quarta truffa sui soldi in banca in un mese

  • Il covid-19 non ferma il progetto di quattro giovani: "Apriamo una pizzeria e puntiamo sulla qualità"

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Dal tampone pre-assunzione scopre di essere positivo al covid-19

  • "Voglio farla finita": poliziotti e operatori sanitari salvano la vita ad un 21enne

  • Coronavirus, nel forlivese un nuovo caso ma nessun decesso

Torna su
ForlìToday è in caricamento