Cannabis light, Morrone (Lega): "Soddisfazione per la decisione del Riesame"

Intanto nei giorni scorsi è continuata l’attività di controllo da parte della locale Squadra Mobile

Il sottosegretario della Giustizia e deputato della Lega, Jacopo Morrone, si definisce "soddisfatto della decisione del Tribunale del riesame di aver considerato ‘regolare’ il sequestro di oltre una settantina di chili di ‘canapa light’ effettuato lo scorso 13 dicembre durante un'operazione condotta da agenti della Squadra mobile della Polizia di Forlì nei punti vendita della provincia di Forlì-Cesena".

"E’ evidente che gli equivoci e la confusione ingenerati dalla legge 242 del 2016, approvata dal passato governo, sono all’origine di tutta la vicenda - afferma il segretario del Carroccio -. Sulla vendita della cannabis light si mantengono comunque le perplessità condivise da molti soggetti e istituzioni autorevoli sulla materia, come il Consiglio superiore della Sanità. Credo che siano state indispensabili le misure adottate da questo governo, sulla base del principio di precauzione, a beneficio della salute dei soggetti più a rischio".

"Insomma, non può essere esclusa la pericolosità di questa particolare sostanza. Non possiamo rassegnarci a quella sorta di assuefazione all’uso degli stupefacenti a cui assistiamo quotidianamente, né dobbiamo consentire che siano minimizzati, a danno dell’opinione pubblica, i gravi rischi connessi con l’uso di sostanze, anche erroneamente considerate ‘light’”", conclude Morrone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro frontale sulla via per la Tangenziale: uno degli automobilisti non ce l'ha fatta

  • Non rispondeva al telefono: trovato senza vita seduto sul divano davanti alla tv

  • Dramma in A14, auto si schianta fuori strada e si ribalta nel fosso colmo d'acqua: un morto ed una donna ferita

  • Si ritrova "sgraditi ospiti" nella minestra: protesta per le larve nel pacco di pasta

  • Si apparta per un incontro sessuale, ma l'altro pretende del denaro: una denuncia per estorsione

  • Drammatico incidente sul lavoro: resta incastrato in un tornio e l'avambraccio resta amputato

Torna su
ForlìToday è in caricamento