Caos in Forza Italia, Ragni: "Chi va con Toti è fuori, nessuna defezione a Forlì"

“Il coordinamento comunale di Forza Italia a Forlì è solidamente ancorato ai valori profondi in cui crediamo  ed alle finalità"

“Il coordinamento comunale di Forza Italia a Forlì è solidamente ancorato ai valori profondi in cui crediamo  ed alle finalità che da sempre hanno ispirato l’azione di una forza politica  moderata che nelle idee coniuga l’efficienza  con l’equità, la meritocrazia con la solidarietà sociale, la giustizia e la libertà,  l’orgoglio di lavorare per un Paese dalle solide radici e che vorremmo  diverso e migliore. Nessuna fuga verso altri progetti divisivi, velleitari o subalterni verso altre forze politiche del centrodestra” : afferma in una nota il coordinatore comunale di  Forza Italia Forlì, Fabrizio Ragni, all’indomani della periodica convocazione del coordinamento comunale di Forza Italia a Forlì e nelle stesse ore in cui a livello nazionale  Giovanni Toti presentava logo e finalità  dell’associazione ‘Cambiamo’.

“Concordiamo  con la linea indicata dal Coordinamento nazionale di presidenza di Forza Italia che chi aderirà a progetti politici alternativi e concorrenti  a Forza Italia si troverà in condizioni di  totale incompatibilità e inconciliabilità con la nostra iniziativa politica e dunque sarà espulso da Forza Italia. A Forlì  il nostro partito ha ottenuto   il miglior risultato elettorale su scala regionale e il 7% che abbiamo portato in dote all’alleanza, pur in una contingenza generale  di flessione di Forza Italia, è stato decisivo per garantire il dialogo con quella  parte dell’elettorato moderato, laico e liberale che ha contribuito con il suo voto ad interrompere il malgoverno della sinistra nel nostro Comune": aggiunge Ragni.

“A Forlì  si avvicinano sempre facce nuove al  coordinamento comunale di Forza Italia e il nostro partito viene riconosciuto come l’unica    casa di chi crede nella grande forza dei moderati italiani. E’ la casa di chi antepone l’amore all’odio, di chi non coltiva l’invidia e la maldicenza, di tutti coloro che all’egoismo e ai piccoli, talvolta meschini, interessi personali antepongono sempre il bene comune, per dirla con il nostro presidente Berlusconi”: aggiunge il coordinatore comunale di  Forza Italia Forlì, Fabrizio Ragni, che venerdì sera ha raccolto il sostegno compatto dei vice coordinatori Raffaele Acri, Cristian Gimelli e Elisa Petroni, e della responsabile dipartimenti Laura Canestrini.

Dopo l’ultima tornata amministrativa, il coordinamento comunale di Forza Italia   ha attivato a Forlì gruppi di lavoro, si sta interfacciando con sindaco ed assessori su tempi importanti come:  i rifiuti, le opere pubbliche, il welfare , il recupero dei beni culturali, il sostegno alle imprese e sta mettendo in cantiere iniziative politiche pubbliche. “Un’attività intensa e disinteressata, ispirata al bene comune  e che non si fermerà nemmeno di fronte a chi con propositi  piccoli e meschini , disconoscendo ruoli e progetti all’interno del partito,  dovesse inseguire propositi divisivi  o distruttivi , sarebbero i primi per coerenza e da statuto a dover abbandonare  Forza Italia”: con conclude il coordinatore comunale di  Forza Italia Forlì, Fabrizio Ragni.

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento