Casa di riposo Zangheri, Calderoni: "Deve continuare ad essere un patrimonio di tutta la città"

"Se sarò eletto sindaco, bisognerà aprire un tavolo con tutti i soggetti interessati, tra questi sicuramente la Direzione della Zangheri e le organizzazioni sindacali"

“Sulla questione Zangheri credo sia necessario fin da subito dire alcune cose chiare. Ciò che interessa alle cittadine e ai cittadini forlivesi è che quella struttura continui ad essere un patrimonio di tutta la città". E' quanto afferma il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Giorgio Calderoni, secondo il quale "tra le prime questioni di cui ci dovremo occupare, se sarò eletto sindaco, ci sarà quella di aprire un tavolo con tutti i soggetti interessati, tra questi sicuramente la Direzione della Zangheri e le organizzazioni sindacali, nell'obiettivo che gli ospiti continuino ad avere un servizio di qualità e tutte le lavoratrici e lavoratori proseguano la loro attività con la garanzia delle tutele e dei diritti oggi in essere".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Coronavirus, il presidente Bonaccini: "Stiamo valutando la chiusura di asili nido, scuole, impianti sportivi e musei"

Torna su
ForlìToday è in caricamento