Primo consiglio sospeso dopo 40 minuti, contestata l'eleggibilità di due consiglieri e un assessore

I lavori sono stati sospesi ad appena 40 minuti dall'inizio della seduta, prima di votare l'eleggibilità dei consiglieri, vale a dire in una fase preliminare, per una questione sollevata dal Movimento 5 Stelle

Colpo di scena nella prima seduta del Consiglio comunale di venerdì pomeriggio in Comune a Forlì. I lavori sono stati sospesi ad appena 40 minuti dall'inizio della seduta, prima di votare l'eleggibilità dei consiglieri, vale a dire in una fase preliminare, per una questione sollevata dal Movimento 5 Stelle. I consiglieri Daniele Vergini e Simone Benini hanno infatti citato la norma del testo unico degli enti locali in base a cui non è eleggibile il consigliere che ha pendenze con l'ente che rappresenta, un debito liquido ed esigibile.

Una situazione in cui si trovano due comunali e un assessore, Lauro Biondi, Davide Minutillo e Paola Casara. Il riferimento va all'annosa questione dei gettoni di presenza dei consiglieri, una vicenda della precedente legislatura, secondo cui i consiglieri devono restituire dei gettoni di presenza in consiglio erogati in modo irregolare dal Comune per la partecipazione alle conferenze dei capigruppo. Il contenzioso è  stato già chiuso, ma alcuni consiglieri date le somme gravose da restituire hanno ottenuto una rateizzazione, tra cui appunto i tre nel mirino. "Fino a quando l'ultima rata non viene saldata, il debito per giurisprudenza non può considerarsi estinto", ha obiettato Vergini, che giovedì ha sollevato la questione formalmente con un documento.

La segretaria comunale Silvia Santato ha subito replicato: "Ho visto questo documento un'ora fa e mi riservo di approfondirlo, ma la questione non dovrebbe costituire un ostacolo dato che il contenzioso è stato già definito". Un "dovrebbe" che però non è stato ritenuto sufficiente dai gruppi di opposizione. Jacopo Zanotti, consigliere Pd, ha chiesto di sospendere e aggiornare la seduta: "Non possiamo procedere nell'incertezza".

VIDEO - La proclamazione di Ascari Raccagni e presidente del Consiglio
VIDEO - Zattini ufficializza la giunta e le deleghe 

Sul tema anche Giorgio Calderoni: "Se la questione non viene risolta, ne va della legittimità delle prossime deliberazioni. Non ci possono essere dubbi, è stato sollevato un problema non del tutto infondato". Dal centro-sinistra e dal Movimento 5 Stelle è quindi venuto l'invito ad approfondire con gli uffici, invito infine accettato dalla segretaria comunale che ha comportato la sospensione della seduta, lasciando in bilico l'accesso formale al consiglio comunale di due consiglieri eletti e di un assessore per circa un'ora.

Giunta di Zattini: Valerio Melandri è l'ultimo tassello. Due assessori in stand by
Eletta la presidente: maldipancia di Fratelli d'Italia e gaffe di Calderoni
Clima, ragazzi incatenati sotto il Consiglio. Ai consiglieri le chiavi delle catene

Dopo circa un'ora di sospensione è stato il vicesindaco Daniele Mezzacapo a prendere la parola: "La vicenda è già nota e non sussiste la questione sollevata, essendo stata trattata in continuità con l'impostazione dell'amministrazione precedente dal 2018. Ad oggi si rileva che il rateo dei consiglieri che hanno chiesto la rateizzazione rispetta gli impegni". Così il segretario generale Santato: "Questa stessa questione era stata affrontata e risolta. Risulta ad ora corretto e regolare il pagamento da parte degli interessati. Per questo non deve rappresentare oggi un ostacolo insormontabile". Ed infine: "Il consiglio è un organo sovrano e può esprimersi in autonomia".

Prima della ripresa dei lavori consigliari ci sono stati taglienti  commenti politici. Così Davide Minutillo di Fratelli d'Italia: "Ci piace vedere questo Pd di lotta e di governo. Ricordiamo che votarono favorevolmente alla rateizzazione la scorsa legislatura, è una posizione di comodo ora ma non coerente con quella che avevano già espresso". Chiude Vergini: "Ciò che fece il Pd nella scorsa amministrazione, lo fa ora il centro-destra in totale continuità, e fin dal primo consiglio comunale. Il M5s non partecipa al voto". Gli eletti sono stati quindi convalidati con 21 voti favorevoli, 10 astenuti e 2 assenti al voto.

VIDEO - Il discorso di insediamento del sindaco Zattini parte dalla promessa scout
VIDEO - I manifestanti per il clima si incatenano, per liberarli servono le chiavi date ai politici

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nella nebbia parcheggia l'auto e si mette a dormire: ma contromano e nella corsia di sorpasso della Tangenziale

  • Giovane punta un euro al "10 e Lotto" e fa il colpo: "Gli tremavano le gambe dall'emozione"

  • Maxi-studio su 30 anni di cancro in Romagna: quanto ci si ammala e quanto si sopravvive, tumore per tumore

  • Maltempo, le piogge concedono una tregua: superato il picco di piena del Montone

  • L'altra faccia dell'emergenza abitativa, l'odissea del locatore: "Casa sfasciata dopo lo sfratto"

  • Si schianta col Porsche Cayenne di un forlivese e lo abbandona in strada

Torna su
ForlìToday è in caricamento