Nasce l'Associazione della Rotta Culturale Atrium

Sabato al refettorio dei Musei San Domenico a Forlì, è stata costituita ufficialmente l'Associazione della Rotta Culturale Europea Atrium

Sabato al refettorio dei Musei San Domenico a Forlì, è stata costituita ufficialmente l’Associazione della Rotta Culturale Europea Atrium, alla presenza del Sindaco di Forlì Roberto Balzani, dell’Assessore alle Relazioni Internazionali del Comune di Forlì Patrick Leech, dei rappresentanti dei Comuni del comprensorio e dei partner europei che hanno preso parte al progetto.

L’Associazione avrà sede a Forlì, presso l’Ex GIL di viale della Libertà, ed ha l’obiettivo di promuovere e valorizzare il patrimonio architettonico del XX secolo, relativo ai regimi totalitari, nell’ottica di realizzare una rotta culturale che sottolinei la comune identità europea . Gli Enti soci riuniti hanno eletto quale loro presidente l’Assessore Leech e in veste di vice presidente Irina Belušić Maggi, rappresentante del Comune croato di Labin.

L’Assessore Leech sottolinea che la nascita dell’Associazione rappresenta “la fine di un percorso, il progetto Europeo ATRIUM di cui il Comune di Forlì è Lead Partner, e l’inizio di uno diverso: la candidatura presso il Consiglio d’Europa di una vera e propria Rotta Culturale Europea. Credo che rappresenti un’opportunità importantissima per consolidare una riflessione storico-critica sul totalitarismo europeo, che ha interessato in un modo particolare la città di Forlì, per rafforzare la città e il territorio come meta di turismo culturale qualificata, e per poter accedere a finanziamenti europei per aiutare la nostra città a crescere.  E’ una sfida affascinante, di carattere culturale ed internazionale, che tutta la città deve affrontare con coraggio e determinazione.”

Inoltre, la giornata conclusiva, presieduta dall’Assessora al Turismo del Comune di Forlì Maria Maltoni e durante la quale è stata presentata la ricerca sulle prospettive turistiche della rotta culturale, sviluppata dalla Scuola Superiore di Scienze Turistiche dell’Università di Bologna, ha evidenziato come Forlì possa potenziare la propria vocazione di città d'arte, attraverso la valorizzazione del suo ampio patrimonio storico-architettonico. Si tratta perciò di saper cogliere la sfida nel promuovere un turismo culturale di livello elevato, in grado di apprezzare tutti gli aspetti dell'offerta di Forlì e delle città romagnole.

Potrebbe interessarti

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • 7 cose da fare in casa prima di partire per le vacanze: tu le hai fatte?

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • Dipendente comunale ucciso dalla meningite fulminante, profilassi anche in alcuni uffici municipali

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento