Profughi in calo nel Forlivese, Mezzacapo a Mosconi: "Ringrazi il ministro Salvini"

Mosconi ha chiarito che i profughi sono passati dai 475 dell'agosto dello scorso anno ai 327 del 31 luglio scorso

“Se nel forlivese si contano 152 richiedenti asilo in meno rispetto ad un anno fa non è certo merito del Pd e dei suoi Amministratori”. A mettere i puntini sulle ‘i’ rispetto all’emergenza migranti è il capogruppo della Lega a Forlì Daniele Mezzacapo, che commenta i dati presentati dall'assessore al Welfare, Raoul Mosconi. Interpellato da "Il Resto del Carlino", Mosconi ha chiarito che i profughi sono passati dai 475 dell'agosto dello scorso anno ai 327 del 31 luglio scorso. Di questi 213 sono in strutture di Forlì, 15 a Santa Sofia, 12 a Galeata, 4 a Civitella, 11 a Meldola, 15 a Forlimpopoli, 17 a Castrocaro, 4 a Dovadola, 10 a Bertinoro e 6 a Predappio. A Portico ve ne sono 48. Negli altri Comuni non sono segnalate presenze di richiedenti asilo.

"La virata salviniana ha dato i suoi frutti - evidenzia Mezzacapo -. Grazie alla lotta agli sbarchi messa in campo dal Governo Conte, il numero di richiedenti asilo anche sul nostro territorio sarà sempre meno".  "A beneficiarne - aggiunge Mezzacapo - saranno sempre di più i nostri cittadini, i giovani e le famiglie in difficoltà che finalmente, dopo essere stati dimenticati dal partito democratico e dai suoi Governi, potranno beneficiare di maggiori risorse pubbliche e servizi di qualità". Per la Lega, la contrazione di circa il 30% dei migranti nel comprensorio forlivese “non ci sorprende, a fronte di una politica ferrea di contrasto all’immigrazione clandestina che il Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha messo in atto appena insediatosi. Fatte queste doverose considerazioni, consiglio all’Ass.re Mosconi di dire grazie a Salvini e alla Lega piuttosto che sciorinare arringhe sconclusionate sui presunti benefici dell’integrazione assistita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso malore non gli lascia scampo: è morto Dino Amadori, direttore scientifico emerito dell'Irst

  • Coronavirus, ufficiale: asili nido, scuole, università e manifestazioni chiusi fino al primo marzo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, modalità di trasmissione e animali da compagnia

  • Coronavirus, gli ultimi aggiornamenti: 23 contagi, nel riminese il primo caso in Romagna

  • "Era dolce e solare": addio alla storica negoziante del centro, si è spenta a 49 anni

  • Coronavirus, l'ultimo aggiornamento: casi in aumento in Emilia legati al focolaio lombardo. Nessuno in Romagna

Torna su
ForlìToday è in caricamento