Foglie morte e castagne in via Cerchia: "Forlì è una città abbandonata all’incuria"

A segnalare il caso è il consigliere della Lega , Daniele Avolio, che martedì mattina ha attraversato tutta l'arteria e prodotto un reportage sullo stato dell’arte.

"Dopo due settimane dalla segnalazione e la presentazione del question time nulla è stato fatto per restituire ai cittadini residenti in Via Cerchia la strada nelle condizioni che meriterebbe una città civile dove amministratori coscienziosi hanno a cuore il bene comune". A segnalare il caso è il consigliere della Lega , Daniele Avolio, che martedì mattina ha attraversato tutta l'arteria e prodotto un reportage sullo stato dell’arte.

"Dalle immagini - prosegue Avolio - si evidenzia il disastroso stato in cui versano marciapiedi e bordi della strada che come già denunciato in precedenza, senza essere ascoltato, sono un pericolo per gli anziani che percorrono quotidianamente la via, per i disabili che la utilizzano in carrozzella, spesso non accompagnati e per i tanti bambini che si recano nella locale scuola di Via Cerchia".

"Come già segnalato in precedenza, questo stato di cose deve terminare perché non è più concepibile che i contribuenti paghino profumatamente una Società come Alea e i suoi dirigenti, società che sarebbe stata creata secondo il “pensiero unico e calato dall’alto del Partito Democratico” per dare un miglior servizio ad un minor costo e ci si ritrovi ad affrontare situazioni di questo tipo.
Questi Amministratori non amano la loro città e lo dimostrano quotidianamente con il loro operato da paese del terzo mondo", conclude.

Ha replicato in Consiglio comunale l'assessore all'Ambiente, Willam Sanzani sulla base delle informazioni di Alea Ambiente: "Via Cerchia viene pulita con una frequenza settimanale nella giornata di mercoledì. Al momento la situazione è sotto controllo, ma questo non toglie che in futuro il servizio di spazzamento può essere svolto con una maggiore frequenza".

Ha risposto l'esponente del Carroccio: "Mentre l’assessore comunicava l’esito degli accertamenti, non era a conoscenza che nella stessa mattinata aveva fatto un mirato sopralluogo con il fine di verificare lo stato dell’arte". Subito dopo l’intervento di Sanzani, Avolio ha mostrato le immagini che evidenziavano "una situazione ai limiti del drammatico", consegnandogliele. Avolio ha quindi chiesto all'assessore di spiegare come Alea non abbia "calendarizzato in due settimane la pulizia della predetta via, lasciandola in uno stato di abbandono e arrecando un rischio per l’incolumitá per anziani, bambini e portatori di handicap".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Nuova avventura imprenditoriale per il "Big Boss": il re degli hamburger rilancia uno storico ristorante

  • L'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì torna in televisione in prima serata sulle reti Rai

  • E' in Rianimazione per la meningite, scatta la profilassi per ben 80 persone entrate in contatto col malato

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Nuovo caso di meningite: paziente ricoverato in Rianimazione. Scattata la profilassi

Torna su
ForlìToday è in caricamento