Di Maio: "No alla scissione nel PD, sarebbe responsabilità storica imperdonabile"

Dal proprio profilo Facebook il parlamenta romagnolo Marco Di Maio afferma la propria posizione in merito alla paventata uscita dal Partito Democratico evocata da Pierluigi Bersani

"Scissione: una parola che fa male solo a sentirla, pronunciarla o leggerla. Sarebbe un errore imperdonabile assumersi la responsabilità storica di applicarla al Partito Democratico, lo stesso che ha reso possibile unire persone con culture politiche passate e persone (tantissime, tra cui il sottoscritto) che non avevano mai avuto tessere di partito, facendo della diversità un valore e non un problema". Dal proprio profilo Facebook il parlamenta romagnolo Marco Di Maio afferma la propria posizione in merito alla paventata uscita dal Partito Democratico evocata da Pierluigi Bersani e altri esponenti provenienti dai Democratici di sinistra. 

"Tornare indietro - dichiara Marco Di Maio -, abbandonare quel progetto anziché provare a rivitalizzarlo, rinunciare a stare insieme anche nella legittima e salutare diversità di opinioni, sarebbe un grave passo indietro. Non solo per il Partito Democratico". Per questo il deputato chiede alla minoranza interna di non andarsene, ma di accettare "il confronto congressuale", che deve essere impostato "sui contenuti e non sulla lotta alla percentuale più alta possibile per reclamare la corrispondente quota negli organismi dirigenti, nelle liste e nei posti di comando".  A congresso terminato, chiede il parlamentare, "si lavori lealmente insieme a chi lo vincerà, chiunque sia, cui spetterà il compito di rappresentare tutti".

Potrebbe interessarti