Dovadola, Merendi replica a Carnaccini: "La mia proposta voleva essere uno stimolo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"Mantenendo un tono pacato e fidente, senza indulgere in sterili polemiche, vorrei pregare Carnaccini, capogruppo di Siamo Dovadola, di lasciar lavorare sereni coloro che ancora possiedono aspirazioni, progetti (tutt'altro che irrealizzabili) ed hanno a cuore il benessere della nostra piccola ma vitale comunità. Il suo atteggiamento tradisce una certa frustrazione, forse determinata dal non aver completato alcun progetto in quella sede. Lo vedo altresì molto attento alla mia attività politica, della quale peraltro travisa quasi tutti i passaggi. Non gliene faccio una colpa, d'altronde non frequentando più il paese, così come il Consiglio comunale, ha uno scorcio più che parziale della realtà.

Non rinnego, comunque, alcuna scelta politica da me compiuta e portata a compimento con grande onestà ed impegno. Presentemente, e con mai sopito stupore, ignoro, come mai il Carnaccini, alla luce della dichiarata scarsa considerazione nei miei riguardi e del mio passato e presente destroide, abbia voluto avermi assolutamente in lista alle scorse elezioni. Preferisco di gran lunga far parlare i fatti alle illazioni e quindi lascio il rappresentante di Siamo Dovadola alla sua polemica, sperando di vederlo prossimamente di nuovo in Consiglio, propositivo e votato al progresso di Dovadola. Per quel che concerne la mia visione di polo sanitario; non ho mai dichiarato fosse progetto facile ed immediato, volevo essere da stimolo e volano per un'idea di riconversione che ponesse al centro la prosperità dei dovadolesi. Senza impegno, senza slanci ideali, senza sogni non si otterrebbe nulla ed al contempo constato quanto sia più semplice polemizzare a buon mercato".

Riccardo Merendi 
Consigliere Comunale di Dovadola e componente il comitato provinciale di Forza Italia

Torna su
ForlìToday è in caricamento