Elezioni a Forlimpopoli, Peperoni e Pignatari: "Correremo insieme alle primarie"

Spiegano: "Questa è la proposta che presenteremo ai membri del Direttivo convocato martedì sera per affrontare il percorso verso le elezioni amministrative del 2019 a Forlimpopoli"

Gian Matteo Peperoni insieme a Sara Pignatari alle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato sindaco a Forlimpopoli. "Facciamo squadra", afferma Peperoni, che annuncia che "in caso di vittoria alle amministrative di maggio Pignatari sarà vicesindaco. Questa è la proposta che presenteremo ai membri del direttivo convocato martedì sera per affrontare il percorso verso le elezioni amministrative del 2019 a Forlimpopoli. Non vogliamo disperdere l’esperienza del buon governo maturata in questi anni a Forlimpopoli, ma allo stesso tempo vogliamo recuperare un rapporto diretto con i suoi cittadini".

"Siamo partiti in tempi diversi, ma i nostri percorsi si sono presto incrociati, valori di riferimento, temi trattati, metodo di lavoro, capacità di relazione ci hanno ben presto accomunato, così abbiamo deciso di convergere in una proposta unitaria, civica e progressista - affermano Peperoni e Pignatari -. Passione, esperienza, disponibilità, conoscenza della macchina amministrativa, sono ciò che mettiamo al servizio della nostra comunità, per proseguire i tanti progetti intrapresi che saranno la base per una visione di più ampio respiro. Immaginiamo una città più vivibile per i cittadini, più bella per i visitatori, più attrattiva per chi vuole fare impresa e portare lavoro, più sicura per tutti".

"Forlimpopoli si trova al centro della Romagna; ha maturato una visibilità internazionale grazie al prezioso lavoro di Casa Artusi, grazie alle sinergie messe in campo con soggetti pubblici e privati su temi importanti come mobilità, sostenibilità ambientale, cultura e patrimonio storico-artistico, solidarietà e coesione sociale, può continuare a giocare un importante ruolo nelle politiche territoriali - aggiungono -. Crediamo che il lavoro svolto in questi anni con i giovani, le scuole, lo sport, le relazioni intessute con le Associazioni, vera ricchezza di Forlimpopoli, e la società civile siano un valore aggiunto per una amministrazione che vuole guidare una città. Forlimpopoli è fatta non solo di strade ed edifici ma anche di gente che in queste strade cammina e in queste case abita, che qui è nata o che qui è venuta, e vogliamo che tutti possano sentirsi parte di una città ancora più vivibile, accogliente e moderna".

"Le primarie sono uno strumento democratico per garantire la partecipazione più ampia possibile alla scelta del nuovo candidato sindaco - chiosano -; non sono fine a se stesse perché l’obiettivo rimane quello di costruire una proposta e un programma di centrosinistra che siano vincenti alle prossime elezioni amministrative. Per questo siamo aperti a chiunque voglia portare il proprio contributo e soprattutto a chi ha lavorato in questi anni accanto a noi a progetti così importanti in grado di cambiare il volto di Forlimpopoli".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il marito non torna a casa, la moglie fa la macabra scoperta: trovato morto nell'orto

  • Cronaca

    Pini a rischio crollo: previsti abbattimenti al Ronco e al quartiere Spazzoli

  • Cronaca

    Fiamme all'attacco di un tetto di un'abitazione: i Vigili del Fuoco limitano i danni

  • Politica

    Tariffe Alea, il Pd bacchetta il centrodestra: "Criticano le scelte dei propri amministratori"

I più letti della settimana

  • Le dieci migliori pizzerie di Forlì: ecco la classifica secondo gli utenti di "Tripadvisor"

  • Tremendo scontro a Due Palazzi, quattro feriti di cui due gravi

  • Alea Ambiente, approvate le tariffe 2019: si attende il via libera definitivo. Ecco quanto si risparmierà

  • Nuovo polo commerciale all'uscita dell'A14: due grandi negozi come il 'Globo', ristoranti e fast-food

  • Densa nuvola di fumo nero in cielo fa scattare l'allarme

  • Dagli scavi di Piazzale della Vittoria emerge una "pagnotta" di duemila anni fa: al via le analisi

Torna su
ForlìToday è in caricamento