Elezioni europee, la guida: in Emilia Romagna scheda marrone, ecco come si vota. Il fac simile della scheda

La scheda che sarà consegnata agli elettori è di colore marrone

Domenica 26 maggio, oltre al rinnovo di undici amministrazioni comunali (clicca qui per lo speciale), si voterà anche in per eleggere il nuovo Parlamento europeo. Circa 3,5 milioni di elettori emiliano-romagnoli - di tutti i 328 Comuni dell’Emilia-Romagna - si recheranno alle urne per eleggere i loro rappresentanti a Strasburgo. La scheda che sarà consegnata agli elettori è di colore marrone.

Elezioni europee: il fac-simile della scheda che troveremo alle urne

Le elezioni che si terranno in Europa dal 23-26 maggio (a seconda della data scelta dal Paese) serviranno ad eleggere i deputati al Parlamento europeo degli Stati membri dell'Unione europea, in rappresentanza di oltre mezzo miliardo di persone. In Italia gli elettori sono circa 48 milioni mentre sono 400 milioni gli europei si potranno recarsi alle urne per eleggere i loro rappresentanti a Strasburgo.

I seggi in Italia sono aperti nella sola giornata di domenica dalle 7 alle 23. Lo scrutinio avverrà immediatamente al termine delle operazioni di voto: i risultati, anche per gli Stati che hanno votato in giorni precedenti (dal 23 al 26 maggio), saranno resi noti a partire dalla sera di domenica 26 maggio. I primi ad andare al voto saranno i cittadini olandesi (giovedì 23) e quelli irlandesi (venerdì 24). Sabato 25 sarà la volta di Lettonia, Malta e Slovacchia, mentre per i restanti paesi l’appuntamento alle urne sarà domenica 26. La Repubblica Ceca è l’unico paese in cui sarà possibile votare nel corso di due giornate (23 e 24 maggio). 

L’Italia è divisa in cinque circoscrizioni elettorali: nord-occidentale (circ. I), nord-orientale (circ. II), centrale (circ. III), meridionale (circ. IV), insulare (circ. V). Le cinque circoscrizioni italiane, contraddistinte dai colori delle schede elettorali: grigio per l'Italia nord-occidentale, marrone per la nord-orientale, rosso per l'Italia centrale, arancione per la meridionale e rosa per l'Italia insulare. L’Emilia-Romagna è “inserita” nella Circoscrizione Nord-Est comprendente anche il Veneto, il Trentino Alto Adige e il Friuli Venezia Giulia.

Come si vota

Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa che vi verrà consegnata al seggio, un segno X sul contrassegno corrispondente alla lista prescelta. E' possibile (non obbligatorio) esprimere da uno a tre voti di preferenza per candidati compresi nella lista votata. Nel caso di più preferenze espresse, queste devono riguardare candidati di sesso diverso, pena l’annullamento della seconda e della terza preferenza. I voti si esprimono scrivendo, nelle apposite righe tracciate a fianco del contrassegno della lista votata, il nome e cognome o solo il cognome dei candidati preferiti compresi nella lista medesima; in caso di identità di cognome fra più candidati, si deve scrivere sempre il nome e il cognome e, se occorre, la data e il luogo di nascita.

Le curiosità

Raggiungono quota 220 i candidati, in 17 liste, nella circoscrizione elettorale nord-est in corsa per uno dei 15 posti per il Parlamento europeo. Di questi aspiranti eurodeputati 114 sono uomini (51,8%, con età media di 50,6 anni) e 106 donne (48,2%, età media 48,5 anni). Sei candidati su 10 non hanno mai ricoperto precedenti incarichi politico-istituzionali.  Delle 17 liste europee, solo 12 sono “piene” (con il massimo, 15, dei candidati eleggibili), mentre altre 5 liste una ha 6 candidati, due 8 e due 9.

Complessivamente l’età media dei 220 candidati è di 49,6 anni. Sono più giovani (età media inferiore a 42 anni) i candidati delle liste di Casapound, Ppa e Svp mentre hanno un’età media superiore ai 55 anni i candidati nelle liste di Forza Italia e Popolari per l’Italia. Il candidato più anziano ha 82 anni ed è nelle file di Forza Italia: i più giovani sono due venticinquenni e sono entrambi donne (una nelle file del Partito Pirata e una nella formazione La Sinistra). Le candidate donne sono in numero maggiore (più del 50%) nelle liste Partito Democratico, Europa Verde, Movimento 5 Stelle, Popolo della Famiglia; sono meno del 45% nelle liste +Europa e Ppa. In generale le donne sono più giovani degli uomini: solo in 6 liste l’età media delle donne supera quella dei candidati maschili (Lega, Partito Animalista, Partito Comunista, Partito Pirata, Popolo della Famiglia, Ppa).

I candidati nati in Emilia-Romagna sono 41 (18,6%), mentre i nati nelle restanti regioni della Circoscrizione Nord-est (Veneto, Trentino Alto-Adige, Friuli Venezia-Giulia) sono 99 (45%). I nati in altre regioni sono 67 (30,5%), mentre i nati all’estero sono 13 (5,9%). I nati in Emilia-Romagna rappresentano un terzo dei candidati nelle liste di Movimento 5 Stelle e Popolo della Famiglia, superano il 25% nelle liste +Europa, Europa Verde, la Sinistra, Partito Pirata, Popolari per l’Italia. I candidati provenienti dalle altre regioni della circoscrizione sono pari al 73,3% per Forza Italia e Lega, il 60% per Fratelli d’Italia e la Sinistra. Rappresentano il 100% per Svp. Sono nati all’estero il 13,3% dei candidati di +Europa ed Europa Verde, il 12,5% del Partito Animalista e del Partito Pirata.

Il 60 % dei candidati (133 su 220) non ha mai ricoperto precedenti incarichi politico-istituzionali. Le liste con più “new entry” (superiori all’80%) sono Casapound, Forza Nuova, Partito Animalista, Partito Comunista, Partito Pirata, Popolo della Famiglia e Ppa. Dei restanti candidati (poco meno di 90), considerando l’ultima esperienza politico-istituzionale terminata o tutt’ora in corso il 23% proviene da amministrazioni comunali (una cinquantina tra sindaci, assessori, consiglieri comunali, in carica o ex); una decina da amministrazioni regionali (5%); 14 (oltre il 6 %), hanno svolto o svolgono ruoli “nazionali” (parlamentari di Camera e Senato, o incarichi di Governo) e più di una dozzina dallo stesso Parlamento europeo (oltre il 5%). Sono dieci i parlamentari europei tutt’ora in carica, che si sono ricandidati nella circoscrizione Nord-est, ulteriori 6 hanno ricoperto la stessa carica nell’ultima legislatura o nel corso della propria carriera politica.

Potrebbe interessarti

  • Sembrano sani, ma non è vero: ecco svelati 7 alimenti da evitare per la dieta

  • Smettere di fumare: come affrontare la dipendenza senza ricaderci

  • Dalla G alla A: come migliorare la classe energetica di casa

I più letti della settimana

  • Tragedia di ritorno dal mare causata da un colpo di sonno: ventenne muore in autostrada

  • Tragedia nella notte in A14: tra i due morti anche una forlivese

  • Mezzanotte di paura, nuova scossa di terremoto nel forlivese

  • La vedova di Bovolenta rivela: "Ho ritrovato l’amore. La vita regala sorprese bellissime"

  • Investimento mortale sulla linea Adriatica: ritardi fino a 3 ore e nove treni cancellati

  • Trema la terra: doppia scossa di terremoto, in tanti lanciano l'allarme sui social

Torna su
ForlìToday è in caricamento