Elezioni, Molea: "Voto Calderoni. Centrosinistra terreno fertile per la promozione sportiva"

"Credo che Calderoni e la sua squadra possano rappresentare il giusto rinnovamento, in continuità con le scelte buone già fatte, ma con un’esperienza e un’impellenza sufficiente a migliorare ciò che di stantio si era creato"

Il presidente nazionale di Aics ed x deputato della XVII Legislatura, Bruno Molea, annuncia il suo sostegno al candidato sindaco della coalizione di centrosinistra, Giorgio Calderoni. "Domenica la mia città, assieme ad altre più di 200 in regione, sceglierà il suo nuovo sindaco - esordisce Molea -. Sondaggi e impressioni parlano di voto incerto, ma il mio impegno civico sul territorio non solo locale mi ha aiutato da tempo a schiarirmi le idee: è infatti nei valori del centro sinistra che ho sempre trovato maggiore terreno fertile per lo sviluppo della promozione sportiva e culturale di un territorio".

"Oggi, i nostri giovani hanno bisogno di un’educazione al rispetto per sé e per gli altri, alla condivisione, all’accoglienza, alla legalità: tutti temi ai quali è difficile avvicinarsi se il clima che si respira è quello delle divisioni, della giustizia fai da te, della diffidenza - continua -. Per questo, domenica io voterò il centro sinistra. E per questo, credo che la mia città debba dare il proprio sostegno a Giorgio Calderoni".

"Sia chiaro: un ringraziamento va dato a tutti coloro che, con impegno, dedizione e rispetto per questa città e i suoi cittadini, si sono messi in gioco in questa partita - prosegue Molea -. Metterci la faccia, impegnarsi, sottoporsi al giudizio altrui e vivere i toni della campagna elettorale non è mai facile e per questo mi complimento con tutti i candidati a sindaco di Forlì e dei territori limitrofi - continua Molea -. Ma il mio ringraziamento personale va alla squadra che sta sostenendo Giorgio e che sta lavorando al suo fianco per costruire insieme un governo della città attento ai suoi abitanti, al suo territorio, alle sue strutture. A cominciare proprio da welfare, sport e cultura".

Conclude: "Credo che Giorgio Calderoni e la sua squadra possano rappresentare il giusto rinnovamento, in continuità con le scelte buone già fatte, ma con un’esperienza e un’impellenza sufficiente a migliorare ciò che di stantio si era creato. So che Giorgio terrà presente quanto conta, in termini di risorse economiche e sociali e di risparmio socio-sanitario, la promozione sportiva in città e quanto sia importante che al mondo dello sport di base vengano dati i giusti mezzi per continuare la propria opera meritoria. Faccio un appello a tutti i cittadini perché esprimano il proprio voto, qualunque esso sia. Votare è un diritto sì, ma è anche un dovere. Non lasciamo le urne ai mal di pancia, all’indignazione e al silenzio".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento