Elezioni, "il progresso delle idee": si presenta la lista "A Sinistra con Drei"

Tra le priorità le modalità operative e di funzionamento dell’Ausl unica, fino a ripensare il sistema dei trasporti che interessa il nostro territorio, da tempo collocato ai margini di alcuni grandi sistemi di comunicazione, quali quelli basati sul trasporto ferroviario ed aereo

Presentata la lista "A Sinistra con Drei". Marco Dori, in qualità di portavoce della lista, ha evidenziato "il grande impulso che il Pdci forlivese ha dato alla nascita di questa iniziativa, tanto da impegnare – tra i candidati – il proprio segretario provinciale, Roberto Tesei". Dori ha evidenziato "la grande importanza" attribuita dal Pdci "all’azione ed ai programmi della nascente lista nella convinzione che la vera unione della sinistra passi attraverso l’identificazione di percorsi comuni e condivisi tra i diversi attori della politica (locale e nazionale).

“Il progresso delle idee” è lo slogan con il quale “A Sinistra con Drei” si propone alla cittadinanza con l’intenzione dichiarata "di collocarsi in quell’area progressista la quale – se pur con decise connotazioni di sinistra – ha interesse ad ascoltare le istanze della cittadinanza ed a lavorare con la prossima giunta targata “Drei”, per affrontare e portare a compimento iniziative fondamentali per il territorio forlivese".

Tra le priorità le modalità operative e di funzionamento dell’Ausl unica, fino a ripensare il sistema dei trasporti che interessa il nostro territorio, da tempo collocato ai margini di alcuni grandi sistemi di comunicazione, quali quelli basati sul trasporto ferroviario ed aereo. Dori ha inoltre ricordato come sia nel programma sia, ancora più significativamente , nella personalità e nella “storia” di alcuni dei candidati consiglieri, sia ben presente, noto e “vissuto” l’argomento legato ai grandi temi sociali. A questo proposito si è discusso di nuovi modelli di welfare e dell’attenzione sempre maggiore da dedicare ai temi della disabilità e dell’isolamento sociale.

Drei, che ha partecipato alla presentazione della lista, ha ricordato come "sia importante per la città che le forze sociali “sane” e con idee basate sul concetto di sviluppo e di democrazia, si uniscano in una prospettiva di lavoro comune; sono passati i tempi degli “spazi ristretti” e delle divisioni “forzose”. E’ necessario tornare a ragionare nell’ottica di  costruzione “comune” della città, dei suoi spazi e delle opportunità da offrire alla cittadinanza, ad ogni livello".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La triste fine di una grande azienda del forlivese: dichiarato il fallimento dopo oltre 50 anni

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

Torna su
ForlìToday è in caricamento