homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Balzani su La7: "Cinque anni di solitudine"

Roberto Balzani, sindaco di Forlì, è stato ospite martedì sera di Lilli Gruber, nello studio romano di Otto e Mezzo, andato in onda su La7, alle 20.30

Roberto Balzani, sindaco di Forlì, è stato ospite martedì sera di Lilli Gruber, nello studio romano di Otto e Mezzo, andato in onda su La7, alle 20.30. Collegati Federico Pizzarotti, candidato sindaco del Movimento 5 stelle al ballottaggio per la poltrona di primo cittadino di Parma e , Nicola Fuggetta, sempre grillino, che a Monza ha ottenuto un risultato sbalorditivo, facendo fuori, di fatto, la Lega Nord. Balzani racconta la sua esperienza da sindaco ‘prestato alla politica’, mettendone in evidenza i momenti di solitudine e le decisioni che vanno prese con urgenza “un grande limite o un grande alibi”.

La storia del mandato di Balzani, che si concluderà nel 2014, verrà raccontata in un libro, autobiografico, dal titolo significativo, edito dalla casa editrice Il Mulino: “5 anni di solitudine. Memorie inutili di un sindaco”. Uscirà il 10 maggio

Parlando appunto del successo del Movimento 5 stelle in questa tornata elettorale, il sindaco analizza come i ‘grillini’ abbiano “Intercettato il disagio reale di gran parte della popolazione, specialmente del Centro-Nord, dovuto probabilmente alla modalità di comunicazione dei partiti tradizionali, che in questi ultimi anni è divenuta incomprensibile”.

Di fronte ai proclami dei grillini, Balzani non manca di ricordare come, una volta amministratori, “ogni giorno ci siano una miriade di scelte, che purtroppo vanno fatte da soli e come ci si trovi ad operare vincolati dalla legge. Questo non ci ha impedito di proporre in Regione il progetto di legge anti-incenerimento”.

Ma cosa serve ai partiti per rivalutarsi agli occhi dei cittadini? “Una nuova classe dirigente – è la risposta pronta di Balzani – che da noi è stata garantita con il grande strumento delle primarie e, non da meno, con la partecipazione delle donne all’amministrazione del Comune. Nel consiglio comunale di Forlì, infatti, donne e uomini sono in numero uguale”
 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (25)

  • Avatar anonimo di John Dorian
    John Dorian

    La verità è semplicemente questa. Balzani è professionalmente molto bravo. E in carriera. A un docente come lui, con il suo curriculum, Forlì sta stretta come una scarpa di 2 numeri più piccola. Ovvio che Forlì è il trampolino per altro. A lui interessa l'altro. Lo capisco. E come tutti i grandi strateghi, che vede lontano, guarda lontano e progetta grandi sistemi (nel male, o anche nel bene) delle piccole realtà sostanzialmente gliene frega il giusto. E' qui di passaggio. E per Forlì, ha lo stesso riguardo che un ospite di un albergo ha per il letto dove ha appena dormito. Lascia una stanza pulita e in ordine, ma fino a un certo punto.

  • Avatar anonimo di babbonatale
    babbonatale

    Mi dispiace per Balzani, è veramente una brava persona, ma ha "prestato" la faccia ad una politica locale in evidente stato di decomposizione ormai da vari lustri. Forlì è ormai nel caos più totale, i cittadini "indigeni" si sentono defraudati e abbandonati, molti di quelli "acquisiti" hanno in poco tempo sotterrato secoli di usi e costumi, occupato strade e quartieri trasformandoli in ghetti ormai inavvicinabili (centro compreso) e tutto ciò con il tacito benestare dei nos....vostri amministratori. Cari elettori, chi è causa del suo mal pianga se stesso......

  • Avatar anonimo di Pony Nero
    Pony Nero

    Rispondo a tutti coloro che mi hanno risposto: non dico che il Movimento 5 Stelle sia la soluzione a tutti i mali, anzi, sono sempre stato scettico all'inizio nei confronti di Grillo e dei grillini. E sono certo che, come qualsiasi politico in qualsiasi parte del mondo, il M5S esprima proclami ben al di là delle proprie volontà e capacità. Ma di questi tempi, la gente è stufa del binomio PD vs. PdL, scopre che Bossi and the Family sono quanto di più marcio ci sia nello scenario politico (con la incredibile decisione del padre del Trota di ricandidarsi a segretario), si rende conto che Vendola è un pessimo amministratore con ogni probabilità implicato nella mala-sanità pugliese, che Di Pietro piazza suo figlio a campare sulle spalle dei suoi elettori come il più classico dei nepotisti, che Fini è un grandissimo doppiogiochista che, come rivelato dalle Iene, crea leggi che legalizzano pratiche illecite e irritanti come quelle del rifornimento di alimenti a membri della casta solo perchè usava fare così... E tutti i parassiti che chiamiamo deputati e senatori sono della stessa pasta, chi più palesemente, chi maggiormente in grado di recitare la parte del difensore civico... Un sempre maggior numero di elettori voterà di pancia, senza badare ad indicazioni familiari (tipo, voto PD perchè me l'ha detto mio padre) o ad antipatie personali (voto Balzani perchè odio Berlusconi). Inoltre, ogni anno si affacciano sul mondo dell'elettorato nuovi 18enni, cresciuti a pane e Internet, vera area di reclutamento di Grillo; 18enni che non possono apprezzare i metodi di comunicazione della casta attuale, prolissa, presuntuosa, pedante. Preferiscono la caciara, il V-Day, la maschera di Guy Fawkes. Alla fine, se e quando i grillini si troveranno in Parlamento, con ogni probabilità si guarderanno in faccia e si chiederanno se davvero vogliono rinunciare a tutti quei privilegi di cui potrebbero godere se non venisse cambiato lo status quo. Anche vincendo qualche poltrona da Sindaco, che conta relativamente. Non penso che cambieranno nulla. Ma devo scegliere per forza tra PD e PdL, tra IdV e Lega, tra UDC e Sel? Non posso optare per qualcosa di nuovo? Devo continuare a credere a Balzani? E se mi sbagliassi? Se migliorasse qualcosa? Posso sognare? Anzi, mettiamola così: chi, secondo voi, dovrei votare io, che non ho preferenze politiche, che non voto a priori Tizio per non votare Caio a prescindere dai programmi politici, che sono il classico operaietto con stipendio medio, moglie lavoratrice e mutuo di 25 anni? Chi mi rappresenterebbe meglio?

  • Un po' di entusiasmo per Forlì... Cos'è sta depressione? Solitudine? Beh, certo, in centro storico non c'è tutta sta gente da un po' di anni. Qualcuno prima o poi se ne accorgerà.

  • Avatar anonimo di Tool
    Tool

    Balzani è stato eletto, se non erro, nel giugno 2009. Adesso pubblica un libro intitolato "5 anni di solitudine": va bene che è professore di storia, però un minimo di rudimenti di aritmetica...

  • Avatar anonimo di Tool
    Tool

    L'importante è fare un bel libro, la concretezza e l'interesse pubblico prima di tutto!

  • Avatar anonimo di Tool
    Tool

    bla, bla, bla...

  • Proposta di legge anti-incenerimento in Regione? L'ha fatta il PD? Ma è una notizia senzazionale, inaspettata. Strano che nessuno finora ne abbia parlato. Si vede che è di questi ultimi giorni.

  • Avatar anonimo di Pony Nero
    Pony Nero

    "disagio [...] dovuto probabilmente alla modalità di comunicazione dei partiti tradizionali, che in questi ultimi anni è divenuta incomprensibile" ...ah giusto, adesso è questione di comunicazione, che se da una parte vede un mittente incapace, a dire di Balzani, di farsi comprendere, implica d'altronde che dall'altra parte si trovi un ricevente incapace di recepire e capire. Non sarà invece perchè la gente, soprattutto i giovani, si stanno rendendo conto di quanto siano corrotte le fila di Pd, Pdl, Lega, Idv, Udc, etc etc, e stanno cercando un'alternativa valida e, si spera, coerente ed affidabile?

    • bè certo, Grillo è coerente e affidabile. Due anni fa urlava allo scandalo contro la sua dichiarazione dei redditi on line e poi voleva pubblicare i nomi degli scudati ;) è contro i condoni ma li fa, ecc. E sorvoliamo sulla coerenza del suo movimento a Forlì, che si è prontamnete alleato con PDL e Lega alla circo1 con logiche che definire spartitorie è eufemistico :)

      • Avatar anonimo di Enrico ex Destro P
        Enrico ex Destro P

        I grillini a forli si sono alleati col PDL perchè questi gli hanno pagato la campagna elettorale. I grillini sono riusciti a forlì a spendere il doppio del PD nella campagna elettorale 2009, pur non avendo nè un apparato, pur essendo 4 gatti e pur avendo fatto un turno in meno del PD. Come mai?

        • QUesta mi pare una cagata. Le abbiamo viste le pubblicità elettorali e quella dei grillini non era certo la più appariscente o dispendiosa.

        • Avatar anonimo di LiberaMente
          LiberaMente

          Interessante: fonte?

    • Pony scusami, non faglio fare il polemico, secondo Te quei due ragazzotti di ieri sera sarebbero l'alternativa valida, coerente ed affidabile???

  • Il problema non è uomini e donne o uomini o donne ma la loro preparazione a fare politica a servizio della Città.Il progetto anti "incenerimento" è sicuramente andato a buon fine visto che la Città sta per essere ridotta in cenere dall'insipienza politica di chi la gestisce,se invece "incenerimento" sta per "inceneritore" allora si che siamo a cavallo: ne abbiamo tre che producono salutare diossina per i nostri polmoni e pazienti per i nostri medici.Ed è vero che occorre una nuova classe dirigente: quella attuale è meglio che si ritiri in buon ordine prima che la Città sia completamente incenerita.Lasciamo perdere le primarie a Forli: tutti abbiamo capito come sono andate...piu' o meno come quelle di Palermo !!!

    • scusami, ma io non ho capito come sono andate le primarie, me lo spieghi?

      • che ha votato "molta" gente non del PD..e questo lo sanno tutti...

  • Avatar anonimo di LiberaMente
    LiberaMente

    "5 anni di inettitudine. Memorie di un sindaco inutile".

    • Qual era l'alternativa? Il partito bunga bunga di Rondoni o la lega ladrona di Pini?

      • Avatar anonimo di Carletto
        Carletto

        Ma come è possibile cambiare Forlì se la gente ragiona in questo modo! Il partito del bunga bunga ecc ... Rondoni per fortuna non è Berlusconi e si era candidato ad amministrare la città di Forlì con l'intenzione di voler cambiare dopo anni di moopolio politico del PD. Se non lo si è votato semplicemnte perchè si ragiona in questo modo, non ci possiamo poi lamentare perchè Forlì è ridotta in questo stato di torpore e di abbandono.

        • Non è Berlusconi??? Ah già lui è di CL, quelli che pagano le vacanze a Formigoni e portano i soldi in Svizzera. A proposito non ho ancora capito che mestiere faccia questo ex-candidato. Il perenne ex-candidato?

Notizie di oggi

  • Sport

    Brutto colpo per la Forlì sportiva: la Volley 2002 rinuncia all'A1 e si ritira

  • Cronaca

    L'oro rosso sparisce nella notte: colpo da 40mila euro in zona stazione

  • Cronaca

    Auto in panne in Tangenziale, ma era una truffa: smerciavano anelli "tarocchi"

  • Cronaca

    Numeri in aumento: il teatro Diego Fabbri chiude la stagione in bellezza

I più letti della settimana

  • Moschea, la Lega all'attacco: "Sporcizia, degrado e insicurezza a tutte le ore"

  • Brexit, i commenti: "Un duro colpo per l'Europa. Ora stop all'austerity"

  • Drei-bis, centro-destra all'attacco: "Non cambierà nulla, vogliamo il Drexit"

  • Consiglio comunale, si discute di sicurezza: aula divisa, resta tema bipartisan

  • Petizione sicurezza del M5S, raccolte 2mila firme: se ne discute in consiglio comunale

  • Sanità, taglio della guardia medica notturna: "Voto del Pd irresponsabile"

Torna su
ForlìToday è in caricamento