Forlimpopoli, Pri: "Un'altra chiusura di azienda si avvicina, il sindaco che fa?"

"Dopo l’Orbat, la Sfir, la Mario Maraldi – per citare l’industria più significativa dell’economia del Comune – un’altra realtà storica del tessuto economico forlimpopolese, la Cooperativa Umanitaria"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Dopo l’Orbat, la Sfir, la Mario Maraldi – per citare l’industria più significativa dell’economia del Comune – un’altra realtà storica del tessuto economico forlimpopolese, la Cooperativa Umanitaria, rischia di chiudere i battenti. Non entriamo nel merito delle problematiche inerenti la preoccupante situazione occupazionale, e desideriamo evitare strumentalizzazioni politiche. Una considerazione comunque va fatta su come l’Amministrazione comunale ha gestito lo sviluppo economico del nostro territorio. Una gestione di interventi a pioggia non programmati e privi della dovuta riflessione sul fatto che solo politiche specifiche, in un determinato tessuto produttivo locale, possono favorire la capacità di presidiare il mantenimento e lo sviluppo del suo tessuto artigianale e industriale. Riconfermiamo pertanto l’utilità di attivare un tavolo di confronto con sindacati e associazioni, per concordare adeguati strumenti di intervento. Esprimiamo la nostra solidarietà ai lavoratori coinvolti nella triste vicenda, con l’augurio che si trovi una soluzione che risolva “in positivo” il problema occupazionale.

Gilberto Ercolani, Antonio Zoli  - Pri Forlimpopoli

Torna su
ForlìToday è in caricamento