Forza Italia contro il Comune: "Burocrazia lenta, una pratica urbanistica è ferma da un anno"

Il riferimento è ad una pratica urbanistica relativa all'insediamento di una nuova struttura di vendita di media superficie che è ipotizzato che nasca in un'area tra via Bertini e via Pandolfa

La citano come esempio di cattiva burocrazia, lunga e che non decide, quella che intendono debellare nel caso in cui il centro-destra andrà al governo della città. Il riferimento è ad una pratica urbanistica relativa all'insediamento di una nuova struttura di vendita di media superficie che è ipotizzato che nasca in un'area tra via Bertini e via Pandolfa, che a dire degli esponenti di Forza Italia è “ferma da circa un anno”. A spiegarlo è stato venerdì mattina lo stato maggiore dei berlusconiani: il coordinatore regionale di Forza Italia, Galeazzo Bignami, il coordinatore provinciale di Forza Italia Luca Bartolini e il   capogruppo comunale e coordinatore comunale di Forza Italia, Fabrizio Ragni.

Proprio su questa inerzia, prospettando anche due esposti – uno alla Corte dei conti per il danno erariale che deriverebbe del mancato incasso degli oneri e delle opere di urbanizzazione, e un'altra alla Procura della Repubblica – Forza Italia chiede al sindaco Davide Drei di intervenire, anche perché il procedimento dovrebbe essere chiuso in 90 giorni, mentre appunto è sospeso da circa un anno.

“Come amministratori pubblici e parlamentari della Repubblica, in qualità di  pubblici ufficiali , appresa la notizia nell'esercizio delle nostre funzioni, abbiamo ritenuto opportuno e necessario divulgarla. Altresì, vorremmo ricordare e precisare che Forza Italia non ha mai avuto simpatia per la strada giudiziaria. Ma in questo caso siamo stati destinatari di un documento su cui chiediamo, e lo chiediamo espressamente anche al sindaco, si faccia chiarezza prima di muovere ulteriori passi trasmettendola nei prossimi giorni in procura a Forlì ed alla sezione controllo della Corte dei Conti": spiega Galeazzo Bignami, deputato azzurro.

"Nel documento, inoltrato il 20 marzo scorso al sindaco ed agli altri destinatari, da uno studio legale, si espone la vicenda di un imprenditore privato che lamenta, per un insediamento commerciale che poteva comportare  la possibilità di assunzione di almeno 20  persone, il differimento sine die di un'opera di viabilità che era a carico  della ditta ed aveva ottenuto l'ok progettuale dalla società partecipata comunale in house Fmi - Forlì Mobilità Integrata e la rinuncia da parte della pubblica amministrazione pubblica a circa 350mila euro di oneri di urbanizzazione": elenca  il   coordinatore regionale di Forza Italia, Galeazzo Bignami.

"Non entriamo nel merito della questione, ma esponiamo una questione  a nostro avviso di rilievo: parliamo di un procedimento amministrativo  che s'è aperto ormai un anno fa e che invece doveva concludersi nel termine legale di 90 giorni. Ci chiediamo: perché di fatto il Comune ha bloccato questo intervento? Perché continua questo tergiversare, questa sorta di 'sbarramenti' burocratici? Se il Comune non è convinto che dia il diniego, dando così la possibilità alle parti di valutare il ricorso al Tar": chiede Galeazzo Bignami. Che aggiunge: “Quello che non si può accettare è una burocrazia che blocca i procedimenti senza dare risposte certe”. La vicenda, emerge tra le pieghe, sarebbe resa particolarmente complessa per un disaccordo tra tre privati su cui insiste l'intervento urbanistico.+

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica

Il Comune da parte sua ha risposto alla studio legale in questione sostenendo che "la procedura appare nel suo complesso essersi svolta correttamente, e non sono venute in evidenza criticità tali da giustificare le accuse, che si respingono in toto". Ed infine: "Quest'amministrazione, nel respingere foermamente ogni forma di indebita pressione nei confronti degli uffici, assicura che continuerà a vigilare affinché il procedimento in corso giunga regolarmente al suo esito conclusivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Covid-19, amici o fidanzate non conviventi in auto: tutte le regole da seguire

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Virus 'clinicamente sparito' anche in Romagna? No, circola ma poco. Ecco cosa sta accadendo

Torna su
ForlìToday è in caricamento