Furti, Acri propone "Strade Sicure" anche a Forlì: "Serve un aumento delle divise in centro storico"

Sulla questione dice la sua Raffaele Acri, responsabile Provinciale Seniores Forza Italia

Fratelli d’Italia presenterà una mozione con la quale chiederà l’impiego delle guardie giurate da parte del comune di Forlì, a sostegno delle forze dell’ordine. L’argomento è stato ripreso anche dal candidato alle prossime elezioni regionali del M5S Simone Benini, che ha lamentato la carenza di organico della Polizia dei Comuni. Sulla questione dice la sua Raffaele Acri, responsabile Provinciale Seniores Forza Italia: "Naturalmente in termini di sicurezza del territorio, per l’educazione e per la formazione professionale recentemente terminata non posso che concordare, quanto sopra anche alla luce di episodi di cosi detta microcriminalità che stanno aumentando nei nostri quartieri e di recente nel centro storico come “gli scippi”, perpetrati in bicicletta che prendono di mira le donne ed i nostri anziani, lacerando le loro sicurezze prima di porre in pericolo la loro incolumità fisica".

"La Giunta Zattini dal canto suo ha investito proventi, incrementando la tecnologia dedicata alla sicurezza ma questo supporta ma sostituisce la presenza delle forze dell’ordine - prosegue l'esponente berlusconiano -. D’altra parte il cittadino forse potrebbe non comprendere una spesa per l’impiego di personale da destinare alla sicurezza in città, posto che se ne valuti la necessità, laddove invece il Governo impiega il personale del Reggimento Aeromobile di stanza in città nell’operazione”strade sicure” per implementare la sicurezza in tutte le altre regioni d’Italia ma non a Forlì, poiché evidentemente le condizioni di vivibilità urbana sono giudicate non necessarie di ulteriori supporti. Eppure l’operazione “strade sicure” è stata estesa in molte città dell’Emilia Romagna come Ferrara, Bologna, Modena, Rimini e Parma, per esempio, oltre che nelle vicine città marchigiane di Pesaro e Fano, ma Forlì non è stata considerata così insicura".

"Ritengo invece che i fatti di cronaca che stanno portando alla luce un numero di reati contro la persona ed il patrimonio, in continuo aumento, per tipologia e gravità ed una implementazione del personale in uniforme di stanza in città, sarebbe un supporto prezioso alla frequenza del centro storico e non solo, da parte dei cittadini, altrimenti oltre alle conosciute difficoltà del centro storico e del commercio si aggiungerebbe il senso di insicurezza, del quale sicuramente non ne abbiamo bisogno", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

  • Elezioni, i programmi a confronto in 7 domande uguali per 7 candidati: queste le loro priorità e proposte

  • In fuga a tutto gas sull'auto rubata: il lungo inseguimento finisce con lo schianto e l'arresto

  • Volto coperto e pistola in pugno: ancora un assalto in una farmacia di Forlimpopoli

Torna su
ForlìToday è in caricamento