Giustizia, il sottosegretario Morrone incontra l'ambasciatore cinese

Morrone si è detto “onorato” di accogliere l’ambasciatore e ha auspicato altri momenti di incontro

Cordiale incontro giovedì mattina al ministero della Giustizia tra il sottosegretario, Jacopo Morrone, e l’ambasciatore cinese in Italia, Li Ruiyu. "Sono stati diversi i temi trattati, toccando i settori di maggior rilievo nei rapporti sino-italiani - spiega Morrone -. Dall’import-export commerciale, con un giro d’affari che si attesta sui 5.000 miliardi di dollari, con un esportazione dall’Italia alla Cina aumentata, l’anno scorso, del 20 per cento, al turismo cinese in Italia, con 1 milione e mezzo di visitatori. Ci sono poi più di 20.000 studenti cinesi in Italia che arrivano nel nostro paese per studiare musica e arte. Ci sono, quindi, buone prospettive sul piano dei rapporti bilaterali fra i due paesi e per la cooperazione allo sviluppo". Morrone si è detto “onorato” di accogliere l’ambasciatore e ha auspicato altri momenti di incontro "per mettere a punto programmi di interazione e di scambio sul piano culturale e commerciale, oltre a consolidare la cooperazione giudiziaria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Covid-19, amici o fidanzate non conviventi in auto: tutte le regole da seguire

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Corso Mazzini perde un "pezzo", Trevi Sport chiude: "Una scelta sofferta, ma siamo rimasti soli"

Torna su
ForlìToday è in caricamento