I Verdi di Forlì: ""Hera project, il sindaco Drei va indietro tutta"

"Il sindaco e le sue irate risposte non solo non hanno convinto noi ma neppure gli altri gruppi di maggioranza e opposizione e la delibera in commissione e’ stata “rinviata”" dicono i Verdi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Mossi da spirito di leale collaborazione avevamo cercato di evitare che il Sindaco cadesse in qualche inciampo, come è avvenuto per esempio con alcune  delibere prese dalla Giunta al posto dei dirigenti, a cui per legge spetta questo compito.
 
Evidentemente non ha voluto comprendere gli interrogativi che abbiamo posto nella conferenza stampa di martedì a cui hanno partecipato l’Assessore Creta, il consigliere della lista  Paolo Bertaccini, Neo Bertaccini e Sauro Turroni rispettivamente segretari provinciali di PSI e Verdi e si è arroccato in una risposta che non chiariva proprio nulla.
 
Ieri in commissione, alla quale ha partecipato il nostro esperto Fausto Pardolesi,  alle nostre si sono aggiunte altre domande di esponenti degli altri gruppi di maggioranza e di opposizione, domande alle quali, come da noi previsto non sono state date risposte convincenti tanto che la proposta di delibera è stata ufficialmente “rinviata” e non andrà in consiglio il 15 maggio.
 
Sono stati richiesti dati, tabelle, raffronti in modo che tutti possano sapere esattamente cosa votano ma, al di là di questi aspetti più di merito, restano alcune domande politiche finora  prive di risposta.
 
Si è chiesto di conoscere in dettaglio in che modo l'Amministrazione comunale abbia provveduto alla valutazione della relativa fattibilità tecnica attraverso il gruppo di lavoro tecnico interno istituito supportato a sua volta da competenze finanziarie e tecniche di settore e quali siano i risultati di tanta attività, visto che, come recita la proposta di delibera, Il Direttore Generale, stante la rilevanza dell'iniziativa, la complessità e trasversalità delle competenze e professionalità necessarie ad assicurare un'accurata analisi dei diversi aspetti ed una compiuta valutazione della proposta, al fine di fornire all'Amministrazione gli elementi per poter decidere nel merito della fattibilità e dell'effettivo interesse della stessa, aveva proprio costituito apposito gruppo di lavoro che si è avvalso per la valutazione degli aspetti economico - finanziari di addirittura 2  società di consulenza per le problematiche finanziarie e per la valutazione degli aspetti tecnici ed energetici .
 
Si è chiesto però anche per quale motivo in delibera non si facesse menzione del fatto che il citato parere del DIPE era negativo, del perché non comparisse fra i documenti consegnati ai consiglieri e, se è vero che questo parere sarebbe stato superato, del perchè non ne sia stato richiesto un altro al medesimo Dipartimento.
 
E’ stato chiesto a chi appartenga ed abbia compiuto la scelta, tutta politica, di ricorrere alla procedura di Project financing attraverso un proponente ( Hera ) a cui garantire il diritto di prelazione nella ambito della gara.
 
Ed è stato chiesto del perché, altra scelta di natura squisitamente politica, non si sia deciso di affidare la soluzione del problema calore negli edifici pubblici a Forlì Città Solare, una società in house del Comune della galassia Livia Tellus, istituita con gran pompa proprio con queste finalità .
 
Ci risulta che il Presidente del Consiglio Comunale Ragazzini abbia formalmente chiesto la fornitura di molti chiarimenti e di una dettagliata documentazione  anche a garanzia per i consiglieri. 

Ci pare che questa Amministrazione affronti questioni delicate con molta leggerezza, scarsissima professionalità e ancor minore trasparenza tanto che in commissione ieri qualcuno ha farfugliato che il fatto per cui non sarebbe stato reso noto nè il contenuto del parere negativo del DIPE né la motivazione ( ammesso che ci sia ) del superamento delle ragioni ostative al proseguimento del project financing deriverebbero da motivi….di segretezza.
 
Si annulli tutto questo pasticcio e si parta con una gara regolare ricorrendo, per eventuali aiuti data l’assenza di competenze interne tali da assicurare risultati e procedure accettabili, a soggetti terzi, totalmente pubblici, facendo ricorso anche alle numerose Autority istituite a tutela degli interessi collettivi.

Torna su
ForlìToday è in caricamento