I Verdi in visita ad Alea: "Sfatata la bufala che tutto venga conferito ancora all'inceneritore"

"Sfatata la bufala messa in giro da opportunisti denigratori che sostengono come l’impegno di cittadini, amministrazione e aziende sia vano"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Oggi pomeriggio Fausto Pardolesi con altri candidati verdi hanno fatto visita ad ALEA ponendo puntuali domande al Direttore Paolo Contò, in particolare gli abbiamo chiesto dove vanno a finire i rifiuti raccolti e ci è stato fornito un dettagliatissimo report relativo ad ogni tipologia di materiale destinato al recupero con la specifica di quantità e gli impianti di destinazione. Nel mese di marzo la raccolta differenziata ha toccato quota 73% sull’intero territorio comprensoriale, con un netto miglioramento rispetto a gennaio, fermo al 56%.

Sfatata la bufala messa in giro da opportunisti denigratori che sostengono come l’impegno di cittadini, amministrazione e aziende sia vano e tutto venga ancora conferito all’incenerimento. Riteniamo che alcune modalità di raccolta devono essere ancora perfezionate ma il trend anche degli abbandoni è confortante. Dispiace avere perso 15 anni prima di arrivare a questa soluzione che se messa in atto come da noi proposto a suo tempo avrebbe consentito di non realizzare l’inceneritore. Non ci siamo limitati all’analisi dei dati gestionali e abbiamo approfondito il tema del recupero delle plastiche disperse nell’ambiente e in particolare nei corsi d’acqua. Ovviamente è difficile la soluzione ma il tema è ineludibile. Riteniamo che da subito che sia responsabilità individuale non abbandonare plastica, ma tutte le amministrazioni che aderiscono ALEA debbano quanto prima mettere al bando la plastica monouso.

Verdi Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento