Il viceministro all'Istruzione Lorenzo Fioramonti in visita al Campus di Forlì

E' quanto afferma il deputato del Movimento 5 Stelle Carlo Ugo De Girolamo a margine della visita al Campus di Forlì del professor Lorenzo Fioramonti, viceministro all'Istruzione, Università e Ricerca.

"La città di Forlì ed il suo Campus sono stati, e continuano ad essere, fucina preziosa in grado di forgiare brillanti menti e di fornire, al tempo stesso, gli strumenti giusti ai nostri giovani per essere competitivi sul mercato del lavoro, puntando a una formazione superiore che sia elemento chiave di rinascita sociale ed economica". E' quanto afferma il deputato del Movimento 5 Stelle Carlo Ugo De Girolamo a margine della visita al Campus di Forlì del professor Lorenzo Fioramonti, viceministro all'Istruzione, Università e Ricerca. 

“Una graditissima visita - continua - e ringrazio il presidente di Campus professor Luca Mazzara per la preziosa collaborazione nell'organizzazione generale. Sono davvero molto soddisfatto che il Viceministro abbia accolto il mio invito e ancor più che abbia potuto apprezzare gli sforzi compiuti dall'Ateneo nel fare del Campus di Forlì una delle strutture universitarie al momento più innovative sia nel panorama italiano che europeo". 

"In un contesto fortemente globalizzato e competitivo come quello accademico, occorre fare delle Università una cerniera di collegamento tra il territorio e le crescenti opportunità d'internazionalizzazione. In tal senso ritengo che l'Università di Bologna, con i suoi numerosi corsi interdisciplinari e progetti di ricerca innovativi di rilevanza internazionale, coglie perfettamente questo spirito", prosegue de Girolamo. 

"Sono molto soddisfatto di aver appreso dalle parole del viceministro Lorenzo Fioramonti la volontà di continuare a finanziare e supportare al meglio queste realtà, così da creare relazioni sempre più ampie e strette con il tessuto culturale, sociale ed economico locale - conclude De Girolamo -. Essendo entrambi espressione del mondo accademico, concordi siamo stati nel ritenere la fusione dei saperi come unica via per garantire un degno futuro alla ricerca, un modello che garantisca un dialogo multidisciplinare tra tutti i settori accademici con un'attenzione particolare alla sostenibilità di ogni decisione nei vari ambiti: ambientale, sociale, economico".

"Sono certo che questo, proprio perché conclusosi con enorme successo, sia solo il primo di una serie di appuntamenti con il Viceministro Fioramonti, tra l'altro tornato a Forlì dopo aver insegnato per diversi anni al Campus. Sarò perciò ben lieto di favorire anche un prossimo incontro con il Rettore Ubertini", conclude il deputato. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento