Decentramento, Zoli (Pd) : "Al più presto l’Ufficio relazioni con i Quartieri"

Il consigliere del Partito democratico, Massimo Zoli, a nome dell'intero gruppo, ha presentato un’interrogazione

Nell’ultimo consiglio comunale il consigliere del Partito democratico, Massimo Zoli, a nome dell'intero gruppo, ha presentato un’interrogazione per chiedere al sindaco e all'assessore competente, quali sono i tempi e gli strumenti previsti dall'amministrazione, per dare piena attuazione agli obiettivi relativi al decentramento e al miglioramento delle funzioni dei quartieri, a partire dall'attivazione dell' Ufficio relazioni coi Quartieri.

“L’ufficio – spiega Zoli - come previsto dal regolamento, approvato dal consiglio un anno fa, dovrebbe essere il centro di ricevimento di primo livello, con la funzione di facilitare l’accesso dei quartieri ai servizi comunali. Tale ufficio è quindi fondamentale per consentire uno scambio costante ed efficiente tra i quartieri e la macchina comunale”. “Questo consiglio, a partire dal gruppo del Partito democratico, ha più volte espresso l'esigenza di dare piena attuazione al regolamento in tempi rapidi – prosegue il consigliere -. Ci auguriamo che l'amministrazione provveda entro la fine del mese, come anticipato in occasione dell'assemblea promossa dalla stessa amministrazione con i coordinatori dei Quartieri a fine luglio”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • "Ripuliva" i soldi delle fatture false in una sala giochi: riciclaggio sull'asse Faenza-Forlì, sequestro da un milione di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento