L'assessore Bellini lascia Facebook: "Minori strumentalizzati. Perso il contatto con la realtà"

Quello che però ha fatto scattare la decisione non c'entra nulla con il taglio degli alberi: "Alcuni hanno cercato strumentalizzare i ragazzi delle scuole. Credo davvero che si sia perso il lume della ragione"

Dopo mesi di battaglie, dall'inceneritore, alla raccolta dei rifiuti, al taglio degli alberi, sulle quali su Facebook si è scatenato il putiferio, con scambi di offese e post al vetriolo, l'assessore all'Ambiente del Comune di Forlì, Alberto Bellini, lunedì ha deciso di cancellarsi dal social network. “Non ho mai risposto alle offese, ma è successo troppo spesso che su tutti questi temi diverse persone abbiano strumentalizzato le mie parole scritte sui post, mettendomi in bocca dichiarazioni false e negando la razionalità”, ha spiegato a Forlitoday. Ma non è questa la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

“Se perdiamo il riferimento alla razionalità si può scrivere qualunque cosa non vera. Qualche esempio: se dico che a Forlì ci sono 2 camini, vuole dire che sono 2; se scrivo che saranno ripiantati 120 alberi, è così. Già non posso tollerare questo, perchè io ho un ruolo pubblico e le mie parole diventano le parole dell'amministrazione. Continuare a dire cose false, permette, ad un certo punto, di potere dire qualunque cosa”, spiega Bellini.

Quello che però ha fatto scattare la decisione dell'assessore di cancellarsi non c'entra nulla con il taglio degli alberi: “Lunedì mattina, in occasione dell'inizio delle scuole, ho scritto un post di augurio a tutti coloro che iniziavano, citando una iniziativa dell'anno scorso, quando avevo chiesto alle suole di produrre elaborati sulla riduzione dei rifiuti, per fare capire che  basta seminare per fare nascere un prato. Al post ho allegato due degli elaborati dei ragazzi. - racconta Bellini – Alcuni hanno cercato strumentalizzare i ragazzi. Arrivati a questo punto credo davvero che si sia perso il lume della ragione. Ho chiesto di rimuovere i post, spiegando che si trattava di lavori di ragazzi delle scuole, minorenni. Ma niente”, questo atteggiamento secondo Bellini è intollerabile.  

“Io potrei rimuovere chi fa queste cose – conclude - ma non è nel mio stile, per il rispetto della libertà di opinione. Allora ho deciso di rimuovere me stesso”. E sul suo ultimo post ha scritto: “Buona navigazione a tutti. Ci vediamo nel mondo reale”

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (13)

  • Giusto assessore FB è veramente un volersi nascondere dietro un PC. Però promuova anche in giunta questa iniziativa e sopratutto quando ci sono incontri pubblici non mandate sostituti a rappresentarvi perchè non siete preparati sull'argomento, perchè altrimenti il gioco è lo stesso. Benvenuto nel mondo reale assessore Forlì stà decadendo!!!!!

  • Alla faccia di chi dice che questi non si dimettono mai: da Facebook si è dimesso! E' un inizio...

  • Finchè esistono persone che usano Facebook per offendere, minacciare, etc... allora sono d'accordo con quei personaggi pubblici che evitano di apparirvi. E' troppo comodo trincerarsi dietro un p.c. per essere dei vigliacchi.

    • Ma si può usare lo stesso metro per FT, ma lei stesso non si firma con nome e cognome... :)

      • Io non offendo mai e per Forlì Today sono rintracciabilissimo.

      • Sì, ma non mi pare offenda, insulti o minacci qualcuno. mi sembra una bella differenza...

    • Infatti è ore di metterci la faccia. :-)

  • Zuckemberg se ne farà una ragione....

  • Ha ragione assessore, FB è diventato lo sfogatoio di un gran numero di frustrati che si sfogano con la tastiera. Se dovessere ripetero le stesse cose che dicono su FB in piazza come minimo si vergognerebbero, come massimo si tratterrebbero per paura di una denuncia. La gente si sfoga come può... e poi con la scusa del paravento dà il peggio di sè. L'assessore invece ha dato prova, anche in questi commenti, di rispondere con umiltà e nel merito. Io stesso quando ho posto dei dubbi civilmente, l'assessore mi ha risposto qui con particolari e competenza (non mi ha convinto, ma questa è un'altra storia). Quando una persona è valida (almeno nel metodo di confronto, poi le idee non sempre si condividono) gli va dato atto, altrimenti diventa la notte in cui tutte le vacche sono nere. E' un peccato che lasci FB perché questa scelta, uguale a quella che fanno in tanti, lascia poi FB stessa in mano ai pazzi, ai frustrati o semplicemente ai pressapochisti. Speriamo che continui perlomeno a intervenire nei commenti

  • Ha fatto bene. Fb è un putiferio, chiunque crede di poter insultare senza contegno, complottisti d'appertutto, esibizionismo e vanità a sfare.

  • Avatar anonimo di Mi pizzica
    Mi pizzica

    Ci vediamo nel mondo reale!....era ora caro assessore.

  • della serie...chissenefrega!?!?!?.....fai quello che vuoi....quanta gente si iscrive a FB, si cancella, si ri-iscrive o comunque legge sotto false identità o da altri?!

    • Avatar anonimo di LiberaMente
      LiberaMente

      "quanta gente si iscrive a FB, si cancella, si ri-iscrive o comunque legge sotto false identità o da altri?!" A proposito di false identità sui social, mi fece molto ridere, un anno fa, il caso dell'esponente del PD cervese che aveva creato molti profili su Facebook per auto-elogiarsi. http://www.ravennatoday.it/politica/cervia-falsi-profili-facebook-dimissioni-ercole-massari.html

Notizie di oggi

  • Sport

    Unieuro 2.015, le prime parole del gaucho Nicola: "E' una grande sfida"

  • Sport

    Unieuro 2.015, il presidente dà la scossa: "Dobbiamo ripartire con nuovi stimoli"

  • Cronaca

    Feti di cane tra i rifiuti abbandonati, denunciato un veterinario

  • Cronaca

    Souvenir della guerra, in poche ore riaffiorano due ordigni inesplosi

I più letti della settimana

  • "A ne sò": la risposta simpatica di Filippo conquista Flavio Insinna e gli studi de "L'Eredità"

  • Smantellato un giro di prostituzione cinese da 20mila euro al mese, i soldi arrivavano ad Hong Kong

  • Violento tamponamento sulla Bidentina, due feriti: interviene anche l'elimedica

  • Rocambolesco schianto alle porte di Meldola: un'auto si ribalta, l'altra finisce nel fosso

  • "Piedoni" dell'acceleratore sull'attenti: stanno per fare il loro debutto i Velo Ok di ultima generazione

  • Furti nelle abitazioni, le indagini portano in un covo: trovata refurtiva per 38mila euro

Torna su
ForlìToday è in caricamento