L'ex vicesindaco Biserna: "Cattolici e politica, non c'è ispirazione cristiana"

"Perché non si pone il tema dell'accoglienza dei migranti da risolvere non col puro buonismo, ma di pari passo, e non prima, con politiche concretamente vicine alle nostre situazioni di anziani, disoccupati, poveri e disabili?"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

Cattolici in politica: ieri sera un bel ed affollato convegno sul tema, voluto dal Vescovo di Forlì e con il Vescovo di Faenza e altri importanti relatori tra cui il Presidente della Comunità di Sant' Egidio. Presenti anche due candidati sindaco Calderoni e Zattini. Tema centrale ben evidenziato dal Vescovo Toso: come possono i cattolici far contare nel confronto politico i valori del Vangelo e della dottrina sociale della Chiesa? Oggi tali valori corrono il rischio di essere sempre più irrilevanti se non emergono politici che nel loro agire applicano quella  ispirazione cristiana che li dovrebbe contraddistinguere sempre e in ogni contesto non in quanto Chiesa, ma in quanto cittadini e politici di uno stato laico e democratico dove hanno pari diritti e doveri di tutti. Oggi purtroppo questa ispirazione non c'è.

Per capirci faccio io, non il Vescovo, due esempi. Perché non si ha il coraggio di dire che "il settimo giorno Dio riposò" , e si lascia la battaglia solo a chi non è cattolico? Perché non si pone il tema dell'accoglienza dei migranti da risolvere non col puro buonismo, ma di pari passo, e non prima, con politiche concretamente vicine alle nostre situazioni di anziani, disoccupati, poveri e disabili?

Così dovrebbe essere una nuova generazione di politici cattolici che si deve formare velocemente. In che modo? Le scuole di formazione vanno rese più incisive, ma soprattutto bisogna scegliere davvero se costruire un nuovo contenitore dove i cattolici, non da soli, possano sentirsi a casa loro oppure se andare avanti cosi nei mille rivoli del volontariato che poi si affida a partiti che danno poco peso al cristianesimo. La Comunità di Sant' Egidio ed il Vescovo Toso, mi pare che abbiano scelto la prima strada, che forse ormai diventa obbligata.

Giancarlo Biserna (ex sindaco di Forlì)

Torna su
ForlìToday è in caricamento