Cervese, la Lega chiede la pista ciclabile: "Tra Bagnolo e Carpinello è necessaria"

"La pista ciclabile tra Bagnolo e Carpinello è una condizione necessaria, è in gioco la vita delle persone che ogni giorno si azzardano a percorrere questo tratto di strada in bicicletta". Queste le parole del Segretario leghista Jacopo Morrone

"La pista ciclabile tra Bagnolo e Carpinello è una condizione necessaria, è in gioco la vita delle persone che ogni giorno si azzardano a percorrere questo tratto di strada in bicicletta". Queste le parole del Segretario leghista Jacopo Morrone, che dà voce alle proteste dei residenti e sottolinea "l'assurdità di allargare il tratto di strada tra Bagnolo e Pievequinta, ignorando l'urgenza di predisporre un percorso ciclabile che colleghi tutti i quartieri della Cervese per garantire la sicurezza di anziani e in particolare bambini che percorrono quotidianamente questa strada."

"Sono trent'anni che procrastinano l'allargamento della Cervese scegliendo sempre i periodi meno appropriati per l'inizio dei lavori e adesso che si sono decisi a fare qualcosa, lo fanno a metà e fatto male - afferma Morrone -. Chiediamo che i residenti siano ascoltarti e interpellati sulle scelte e le azioni da intraprendere in merito ad una strada così trafficata. In aggiunta, non si tiene conto che questi lavori farebbero per forza di cose confluire il traffico su Via del Bosco e Via Bianco da Durazzo, quest'ultima assolutamente inadeguata a supportare un continuo flusso di macchine nel periodo estivo. La Via Bianco Da Durazzo risulta essere stretta e di dubbia regolarità e percorribilità.

"Addirittura in alcuni punti la scarsa visibilità, la banchina sdrucciolevole e la carreggiata stretta non permettono a due auto di transitare contemporaneamente nei due sensi di marcia. E' opportuno valutare i pro e i contro di una chiusura estiva della Cervese", continua Morrone che contesta la scelta di "chiudere ben due tratti di strada nei mesi più "caldi" dell'anno con il rischio di creare intasamenti, lunghe file nei percorsi limitrofi e disagi ai forlivesi."

"Chiediamo a Provincia e Comune di ascoltare le richieste dei residenti", conclude il Segretario della Lega Nord , che ribadisce "la necessità di ricavare la pista ciclabile dai lavori di allargamento della strada già preventivati nel primo tratto di strada da Bagnolo a Carpinello "mettendo in sicurezza perlomeno 2 chilometri di percorso stradale per i ciclisti residenti e non."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Coronavirus, frenano i contagi nel Forlivese. Ma si segnala un morto in più in città

Torna su
ForlìToday è in caricamento