"Liberazione costellata da massacri e distruzioni", l'Anpi: "Sia multato lo striscione"

"Purtroppo - aggiunge Zanetti - non esistono sanzioni per il degrado culturale degli autori di questo striscione"

"Valutare le eventuali infrazioni e nel caso elevare le contravvenzioni previste" per l'affissione dello striscione con scritto "Liberazione costellata da massacri e distruzioni". E' l'appello che il presidente dell'Anpi Forlì, Lodovico Zanetti, rivolge al vicesindaco Daniele Mezzacapo. "Purtroppo - aggiunge Zanetti - non esistono sanzioni per il degrado culturale degli autori di questo striscione, ma credo sia importante oggi, a pochi giorni dalla liberazione di Forlì ricordare la scia di morte e di sangue che lasciarono gli invasori nazisti e i loro lacchè fascisti: partendo dalla strage dei 5 ragazzi fucilati in via della Ripa, passando per Villafranca, Villagrappa, San Tomè, Branzolino, le Casermette, l'aeroporto. E mentre assistiamo, con tristezza e costernazione al fatto che a Liliana Segre debba essere assegnata una scorta ricordiamo l'albergo Commercio, in corso Diaz trasformato in campo di concentramento, punto di partenza per i campi di sterminio di ebrei e antifascisti. Fu dai carnefici autori di questi crimini e da una ventennale dittatura che ci liberarono il 9 novembre 1944 gli alleati e i partigiani. E chi lo ignora, evidentemente, quando si studiava storia a scuola era assente ingiustificabile". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I suoi nudi artistici fanno il giro del mondo, ma lei ha scelto Forlì: "La Romagna mi ha adottata"

  • Sciagura sui binari, morto un giovane travolto da un treno: traffico paralizzato per ore

  • Rapinatore armato dal dentista: arraffa l'anestetico, chiede scusa e lascia pure il "pagamento"

  • Le rubano una bici elettrica, coppia finisce nel mirino della Polizia

  • Pizza napoletana per la ricerca contro il Coronavirus: "Divieto ai cinesi? Chiedo scusa"

  • Forlimpopoli, brucia il tetto di un'abitazione: vigile del fuoco resta ferito in una caduta

Torna su
ForlìToday è in caricamento