Magdi Cristiano Allam a Forlì per parlare di 'Sicurezza e immigrazione'

Si è svolto sabato il convegno organizzato da Fratelli d'Italia 'Sicurezza e immigrazione', nella sede del comitato elettorale di Zattini in piazza Saffi

Si è svolto sabato il convegno organizzato da Fratelli d'Italia 'Sicurezza e immigrazione', nella sede del comitato elettorale di Zattini in piazza Saffi. "Perché ‘Sicurezza e immigrazione’? - spiega il capogruppo di Fratelli d'Italia Davide Minutillo - I cittadini forlivesi mi hanno sempre mostrato perplessità dovuta alla grande ondata migratoria che ha colpito anche i nostri territori. Il nostro slogan ‘Dio patria e famiglia’ va verso la direzione di rimarcare le colonne d’Ercole della nostra Nazione, ovvero i valori fondanti anche e soprattutto della comunità cittadina. I nostri simboli come la famiglia e la cristianità sono sotto attacco. Il nostro evento ‘Made in Romagna’ vuol dire evidenziare la necessità di anteporre le radici fondative. Diciamo un secco no alla sottomissione e all’oscurantismo con i contributi delle amministrazioni sinistre".

"Andiamo in Europa per sostenere l’interesse nazionale che non può essere sacrificato sull altare delle dinamiche burocratiche e finanziarie, sulla pelle dei nostri cittadini - aggiunge Sergio Berlato, candidato alle elezioni europee - Affermazione della famiglia e delle radici giudaico-cristiane, essendo di esempio quotidiano contro la moda destrutturante. Affermiamo con determinazione e coraggio per fare. Diamo forza alle nostre donne e ai nostri uomini sul territorio per un grande stagione di cambiamento a Forlì e in Europa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La politica con la p maiuscola è fatta di cultura, di valorizzazione delle identità e dei simboli - ha spiegato Magdi Cristiano Allam - Oggi ci ritroviamo a beneficiare della libertà di culto e di pensiero grazie alla sintesi che venne operata in passato dai monasteri, colonne portanti della civiltà occidentale. La micro dimensione è attualmente l’ultimo baluardo della specificità e dell’autentica politica. Il rapporto fiduciario tra la massima carica e i cittadini che si instaura sui territori è autentico e trasparente. La rinascita come Stato e istituzione attraverso il dare respiro alle micro dimensioni amministrative e produttive. I fattori della caduta dell’impero romano sono traslabili ai nostri giorni: tassazione elevata sui ceti produttivi e spopolamento, denatalità e acquisizione delle cittadinanza. Questa Europa rischia lo stesso 
destino del V secolo. Le popolazioni europee rischiano l’estinzione per denatalità rispetto al 70% della popolazione con meno di 30 anni nella sponda meridionale del mediterraneo. Sull’onda del multiculturalismo concediamo libertà e autonomia decisionale senza collante valoriale e identitario mentre il relativismo impone la verità individuale e ascritto alla libertà di espressione. Europa fragile perché impaurita dal confrontarsi con l’arroganza e la prepotenza dell’islam e anziana perché assoggettabile. Il Patrimonio artistico, creativo e culturale di qualità dell’Italia è sua forza in Europa. La riscossa comincia da qui".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio nella zona industriale, un nuvolone nero altissimo preoccupa i forlivesi

  • La vita ai tempi del Coronavirus - Una dipendente di un market spiega tutti i comportamenti sbagliati dei clienti

  • Il coronavirus continua ad uccidere nel Forlivese. Quasi mille contagiati in provincia

  • Coronavirus, nuova impennata di casi in provincia: +95 in 24 ore. E Forlì registra un'altra vittima

  • Coronavirus, superati i mille contagiati in provincia: altri due decessi nel Forlivese. Crescono i guariti

  • Coronavirus, ancora morti nel Forlivese: tre vittime nelle ultime 24 ore. Oltre 900 casi in provincia

Torna su
ForlìToday è in caricamento