"L'emergenza climatica non è uno sketch di cabaret": Fridays For Future chiede "serietà" a Salvini sul tema

"Il surriscaldamento globale può provocare gravi anomalie sugli eventi atmosferici locali, ma quello che purtroppo va considerato nelle analisi sugli impatti è la media annua delle temperature", ricordano

"Maggiore serietà sul tema del clima". E' quanto chiedono i giovani di Fridays For Future al ministro dell'Interno e vicepremier Matteo Salvini. "Siamo consapevoli che il Ministro non abbia mai dato grande importanza ai cambiamenti climatici, e che da europarlamentare nel 2016 votò anche contro la ratifica dell’Accordo di Parigi, ma oggi ha una responsabilità in più, perché avrebbe al Governo la possibilità di fare quanto necessario", affermano i seguaci di Greta Thunberg, l'attivista svedese che si sta battendo per lo sviluppo sostenibile e contro il cambiamento climatico.

Argomentano da Fridays Fort Future: "In questi ultimi 2 mesi, in periodo di piena campagna elettorale, secondo l’Agcom il meteo è stato uno dei 4 principali argomenti sui siti di disinformazione, ed in tv la situazione sappiamo che non è molto migliore. Sempre l’Autorità per la garanzie nelle comunicazioni ci spiega che i temi maggiormente presi di mira sono quelli che "si caratterizzano per essere divisivi e di forte impatto emotivo, legati a fatti e fenomeni di particolare interesse per i cittadini o atti a suscitare apprensione". Niente di meglio per polarizzare e raccogliere consenso in una certa parte di elettorato, quindi, deve aver pensato Salvini, visto che in diverse recenti occasioni si è preso gioco dell’emergenza climatica".

"Ha confuso il meteo con il clima, non si sa se volutamente o per ignoranza sulla materia, dapprima invocando il surriscaldamento climatico per stemperare il freddo anomalo del mese di maggio, poi rallegrandosi di poter finalmente togliere il passamontagna per il sole di giugno - continuano -. In realtà il surriscaldamento globale può provocare gravi anomalie sugli eventi atmosferici locali, ma quello che purtroppo va considerato nelle analisi sugli impatti è la media annua delle temperature. È l’aumento di questa, dimostrato scientificamente, che provoca una serie di conseguenze come lo scioglimento dei ghiacci e l’innalzamento del livello del mare, con un effetto domino inarrestabile".

In occasione della sua seconda visita a Forlì per impegni elettorali, il gruppo locale di Fridays For Future coglie l’occasione per chiedere al leader della Lega "una maggiore serietà nel trattare questo argomento, pregandolo di evitare di raccontarci barzellette. Abbiamo chiesto ai due candidati sindaco di dichiarare nel prossimo Consiglio Comunale lo stato di emergenza climatica, come hanno già fatto altre città tra le quali Milano e Napoli , oltre ad interi paesi dell’Unione Europea. Per noi è un obiettivo primario, assieme alle azioni pratiche che necessariamente dovremo mettere in campo, perché purtroppo non potremo risolvere il problema con uno sketch di cabaret". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un bagliore visibile a chilometri di distanza: incendio in un'azienda

  • Dopo l'esplosione al bancomat, pioggia di colpi sui carabinieri: proiettile colpisce l'auto di pattuglia

  • Sfilata in intimo contro i pregiudizi: in Piazza Duomo a Milano anche la forlivese Giulia Gambini

  • Folle velocità, schianto e cappottamento in Tangenziale: guidava con una patente falsa

  • Terzo lotto della Tangenziale, partita la procedura per i 70 espropri di pubblica utilità

  • Far west nella notte in centro storico a Forlimpopoli, i banditi assaltano un Bancomat

Torna su
ForlìToday è in caricamento