Morrone sul premier Conte: "Scarno sulla giustizia, è tema che divide di più Pd e M5S"

Il segretario della Lega Romagna: "Crediamo che la politica dei veti incrociati tra i neoalleati bloccherà qualunque strada veramente riformatrice"

“Piuttosto scarna la parte dell’intervento del premier Giuseppe Conte sulla giustizia". E' il giudizio di Jacopo Morrone, segretario della Lega Romagna, sul dicorso del premier che ha esposto alla Camera le linee programmatiche del nuovo governo.

"Lo capiamo - prosegue Morrone - E’ uno dei temi su cui M5s e Pd sono più distanti. Nell’anno di attività al ministero della Giustizia ho lavorato con gli alleati grillini nel segno di uno spirito riformatore che puntava a superare gli errori dei governi Pd".

"Cosa farà ora il M5s? - si chiede l'ex sottosegretario alla giustizia - Si accoderà al Pd o farà valere quelli che, fino a qualche mese fa, erano sacri principi? Conte parla della riforma del CSM. Lega e 5 stelle concordavano sul fatto che indipendenza e imparzialità della magistratura dovessero essere la stella polare del sistema. Ora temiamo che questi principi rimarranno sulla carta, nonostante il recente gravissimo scandalo sul CSM. E ci sono anche la riforma della Magistratura onoraria, per superare la criticatissima riforma ‘Orlando’, e la modifica della riforma targata Pd sulla geografia giudiziaria, per citarne solo due, che erano nell’agenda del passato Governo e che oggi, neppure citate da Conte, corrono il rischio di essere bloccate dal sistema conservatore voluto dal Pd".

"C’è poi la riforma della giustizia penale e civile - incalza Morrone - che, e non è dato di sapere quale sarà il suo destino. Crediamo che la politica dei veti incrociati tra i due neoalleati bloccherà qualunque strada veramente riformatrice. Infine, un appunto a Conte: non lo abbiamo sentito citare i successi in tema di giustizia raggiunti dal passato Governo in appena in un anno di lavoro. Credo che questo fatto dia la misura della sua obiettività”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Il maggiordomo vince in tribunale ed eredita 4 milioni di euro

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Dopo la collisione cade sull'asfalto, le auto lo schivano: paura in A14 per un centauro

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

  • La "Panda" diventa un'auto stupefacente: la droga era nascosta nel pianale, tre arresti

Torna su
ForlìToday è in caricamento