Ravenna piange il suo ex sindaco Fabrizio Matteucci: il cordoglio forlivese

Esponente del Pd, è stato primo cittadino della città dei mosaici dal 2006 al 2016, per due mandati

Da Forlì a Ravenna. Dalla città mercuriale arrivano messaggi di cordoglio per la morte dell'ex sindaco bizantino Fabrizio Matteucci, colpito da un malore. Esponente del Pd, è stato primo cittadino della città dei mosaici dal 2006 al 2016, per due mandati, e attualmente era direttore dell'Anci dell'Emilia-Romagna. Dal 2000 al 2005 era stato consigliere regionale. Avrebbe compiuto 63 anni il 21 febbraio. Divenne noto a livello nazionale e non solo per la sue battaglie contro la prostituzione in strada. Fu celebre un clamoroso annuncio (poi ritirato) su una possibile campagna fatta di scatti fotografici a trans e clienti a Lido di Classe, nel 2008. In un'altra occasione versò in un tombino alcolici appena acquistati, in un secchiello, facendosi fotografare dai giornalisti, l'estate successiva a Marina di Ravenna.

"È con profonda tristezza che ho appreso la notizia della scomparsa di Fabrizio Matteucci - sono le parole del sindaco Gian Luca Zattini -.  A lui mi legava un rapporto di stima e di grande cordialità che nei prossimi giorni avremmo rinnovato con un incontro che si sarebbe svolto in Municipio a Forlì. Con la scomparsa di Matteucci la Romagna e la nostra Regione perdono una figura di grande autorevolezza, dialogo e ascolto sempre orientato al bene della collettività".

"Un colpo al cuore - sono le parole del deputato romagnolo, Marco Di Maio -. Lo ricordo con affetto, come si ricorda un amico; un uomo vivace, di sconfinata umanità, col quale molto di noi hanno più volte collaborato nei suoi anni fa sindaco. Mancherà a tanti. Un abbraccio alla famiglia e a tutti gli amici". L'ex primo cittadino di Forlì, Davide Drei, lo ricorda come "un bravo sindaco e una persona buona. Ha fatto tanto per la sua città, Ravenna. Abbiamo lavorato insieme per la Romagna. Indimenticabili i confronti Ravenna-Forlì fatti insieme in estate alla festa dell’Unita’ di Borgo Sisa. Da Forlì, non ti dimentichiamo Fabrizio".

Così l'ex sindaco Roberto Balzani: "Sono un forlivese che ama smisuratamente Ravenna. Da sindaco mi sembrava il capoluogo naturale della provincia di Romagna, un'idea che non è mai piaciuta ai "comunisti" e perciò non si è mai realizzata. Con Fabrizio, sindaco di Ravenna, un uomo che ha amato moltissimo la sua città, abbiamo condiviso molte cose: il nevone del '12, la questione dell'Ausl unica e molto altro. Fabrizio aveva un contenuto umano vero, autentico, ragion per cui mi sembrava diverso dai molti sindaci di plastica che ero costretto a frequentare. Gli ho voluto bene davvero, per la sua spontanea empatia, per gli errori e per le cose giuste, per la sua ironia, perché era fatto così. Sapeva di vivere in un "sistema"; ma lo faceva con la leggerezza di chi guarda le cose da fuori. Per questo conserverò sempre dentro di me il suo sguardo e la sua voce e l'immagine di lui nel suo studio di Piazza del Popolo, mentre sorride".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Questo il ricordo di Elisa Massa, vicepresidente del Consiglio comunale: Non mi sembra ancora possibile che Fabrizio Matteucci non sia più con noi.  La città di Ravenna, l'Anci Emilia-Romagna, la politica e le istituzioni della nostra regione  perdono oggi una persona straordinaria. Fabrizio era garbato e gentile e il suo sorriso era disarmante. Il suo impegno, la disponibilità e la passione per il bene comune, che ha sempre infuso come Sindaco della sua amata Ravenna e ora come direttore dell'Anci erano indiscussi. Fabrizio Matteucci rimarrà un concreto e limpido esempio per chi rappresenta umilmente le istituzioni come la sottoscritta. Abbraccio infinitamente la mia cara Simona Pepoli, sua amatissima moglie e mia meravigliosa e insostituibile collega a Ravenna, presso il centro di Formazione Engim, che lunedì in segno di lutto sospende tutte le attività formative.  Un caro abbraccio anche a suo figlio Sayo. Venerdì prossimo, tra pochi giorni,  non potremo scambiarci, come sempre facevamo, gli auguri di compleanno essendo nati nello stesso giorno. Buon viaggio carissimo Fabrizio Matteucci e grazie per la splendida persona che sei stato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il bollettino più nero per Forlì: tre morti. Deceduto anche un ragazzo di 26 anni, attivo negli Scout

  • Il coronavirus si è portato via il direttore di Romagna Acque Andrea Gambi

  • Coronavirus, il ringraziamento dell'azienda ai suoi dipendenti: un aumento in busta paga

  • Coronavirus, altri due morti a Forlì. I casi nel Forlivese salgono a 335

  • Coronavirus, rallenta ancora la crescita dei contagiati. Ufficializzate le prime guarigioni forlivesi

  • Bar aperto e colazioni ai clienti: tutti finiscono multati. Trovato aperto anche un minimarket: chiuso e multato

Torna su
ForlìToday è in caricamento