Il prefetto chiude le scuole. Balzani: "Sono d'accordo, ci ha tutelati"

La decisione del prefetto di chiudere tutte le scuole e gli uffici pubblici della provincia è stata presa senza una consultazione con il sindaco

La decisione del prefetto di  chiudere tutte le scuole e gli uffici pubblici della provincia è stata presa senza una consultazione con il sindaco. Roberto Balzani spiega com’è andata: “C’è stato un principio di precauzione basato su dati che noi come Comune non abbiamo –  spiega il primo cittadino a Romagnaoggi-Forlitoday – probabilmente forniti dal ministero dell’Interno. Il prefetto ha deciso e ce l’ha comunicato. Io sono d’accordo perché ha fatto i suo lavoro che è quello di tutelarci”.

 

Insomma nessun risentimento per il contrordine arrivato, dopo che il sindaco aveva deciso di tenere le scuole aperte venerdì e chiuderle sabato, con l’opzione di decidere in mattinata, a seconda delle condizioni meteo. “Mi sono rimesso ad un potere dello stato legittimo e non ho nulla da ridire, a fronte di informazioni sul meteo che noi non avremmo potuto ottenere”. Questo ci tiene a precisare il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Nel Forlivese solo Forlì e tre comuni preferiscono Bonaccini, l'entroterra è con Borgonzoni

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

Torna su
ForlìToday è in caricamento