Nuovo assessore a Bertinoro, il Psi rompe con Fratto. "Rapporti col Pd a rischio"

"Questo strappo ci porta a non escludere che in futuro possano esserci ripercussioni nei rapporti col Pd in altre realtà del territorio forlivese", afferma Bertaccini

La nomina ad assessore di Federico Campori nella giunta Fratto non è stata gradita dal Psi. Lo annuncia il segretario Neo Bertaccini, sottolineando "con rammarico l'impossibilità di continuare la collaborazione politica con l'attuale amministrazione comunale di Bertinoro- Fratta Terme". Bertaccini ricorda come il Psi abbia contribuito alla elezioni del primo cittadino "sulla base di un programma che prevedeva fra l'altro la piena valorizzazione del Ceub, una importante eccellenza del comune, il rilancio delle potenzialità del territorio di Fratta-terme, il completamento dei servizi a Santa Maria nuova e un più agevole e stretto collegamento fra i tre nuclei costitutivi del comune, nel pieno rispetto dell'ambiente e della sua tutela".

"Di tutto questo poco abbiamo visto - osserva Bertaccini -. C'è una sostanziale disattenzione al futuro del Ceub, una scarsa valorizzazione del Museo Interreligioso". Inoltre, prosegue il segretario della federazione forlivese del Psi, "manca la reale volontà di tenere in conto delle esigenze anche di rappresentanza degli abitanti di Fratta-Terme, esigenza quest'ultima ammessa dallo stesso sindaco quando poco più di un mese fa ci proponeva per la sostituzione di un'assessora dimissionaria l'opportunità di impegnare possibilmente una donna che rappresentasse la Fratta".

Di tutto questo non v'è traccia nella inopinata scelta del sindaco che contraddicendo se stesso ha optato per un giovane di Collinello che fa praticantato a Forlì, pur di non prendere in considerazione una seria proposta che corrispondeva alle sue stesse indicazioni solo perchè non proveniente dalla sua casa madre - prosegue Bertaccini -. Ora a noi non resta che prendere atto delle decisioni e trarne le ovvie e naturali conseguenze".

"Questo sindaco “ Sic stantibus rebus” non può più godere della nostra fiducia, sopratutto poi, anche per l'incapacità dimostrata di saper essere inclusivo, in un momento politico in cui le forze che si richiamano al centrosinistra dovrebbero saper allargare al massimo i propri orizzonti - conclude l'esponente del Psi -. Ovviamente questo strappo ci porta a non escludere che in futuro possano esserci ripercussioni nei rapporti col Pd in altre realtà del territorio forlivese".

Potrebbe interessarti

  • Aperitivi a Forlì: 5 locali per un happy hour all'aria aperta

  • Giugno, le sagre sbocciano in tutta la Romagna: ecco tutti gli imperdibili appuntamenti

  • Sos matrimonio estivo: come vestirsi per essere al top

  • Sfratto per gli scarafaggi: come allontanarli da casa una volta per tutte

I più letti della settimana

  • Ballottaggio, storica vittoria di Zattini. Forlì cambia dopo 50 anni - La diretta

  • Investite su viale Roma: due giovani ferite, una portata con l'elicottero a Cesena in gravi condizioni

  • Grave incidente in viale Roma: atterra anche l'elimedica

  • Arrivano le prime bollette di Alea, ma in molti ancora non vedono il risparmio: ecco i motivi

  • In preda all'alcol litiga con la madre e poi si lancia dalla finestra di casa: è in prognosi riservata

  • Il Consiglio comunale che verrà in attesa della nuova giunta: la metà dei seggi alla Lega

Torna su
ForlìToday è in caricamento