Polizia penitenziaria, nasce il nucleo alle dipendenze del procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo

Il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, ha fortemente sostenuto questa proposta formulata dallo stesso procuratore nazionale e recepita nel maxi emendamento governativo su cui il Senato ha espresso il voto di fiducia

"Tra i motivi di soddisfazione per il voto favorevole del Senato al decreto Sicurezza, c’è anche quello che la sua approvazione dà il via libera alla costituzione di un apposito nucleo di personale del Corpo di Polizia penitenziaria assegnato alle dirette dipendenze funzionali del Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo per supportare e coadiuvare le attività di polizia giudiziaria". Lo afferma il sottosegretario alla Giustizia, Jacopo Morrone, che ha fortemente sostenuto questa proposta formulata dallo stesso procuratore nazionale e recepita nel maxi emendamento governativo su cui il Senato ha espresso il voto di fiducia.

"Si tratta di un ulteriore misura per contrastare i fenomeni della criminalità organizzata, utile anche nella lotta al pericolo riconducibile al terrorismo interno e internazionale di matrice confessionale che possono trovare negli istituti penitenziari potenziali luoghi di reclutamento", aggiunge Morrone. Nello stesso maxi emendamento approvato, sono anche previste risorse per il potenziamento degli standard di sicurezza e di funzionalità delle strutture penitenziarie. "Si tratta - viene spiegato dal sottosegretario alla Giustizia - di due milioni di euro per l’anno 2018, 15 per il 2019 e 25 annui dal 2020 al 2026, da destinare a interventi urgenti per il potenziamento, l’implementazione e l’aggiornamento di beni strumentali, per la ristrutturazione e la manutenzione degli edifici e per l’adeguamento dei sistemi di sicurezza. Altri 4 milioni e 635.000 euro per l’anno 2018 sono destinati alle esigenze del Corpo di Polizia penitenziaria".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Mi servono soldi per l'operazione di mia figlia", così impietosiva gli anziani: preso truffatore seriale

  • Cronaca

    "Piano degli investimenti": il Comune sblocca oltre 5 milioni per Foro Boario, nuova sede della Municipale e centro

  • Cronaca

    Fondi per le telecamere, Forlì ottiene 100mila euro: ha indice di criminalità "molto elevato"

  • Economia

    Pmi day, 11 imprese aprono le porte alle nuove generazioni e si raccontano

I più letti della settimana

  • Dopo il tamponamento l'auto colpisce un palo e si ribalta: muore volto noto forlivese

  • Tragedia di via Bidente, secondo la Municipale chi ha causato l'incidente era ubriaco

  • Schianto in sorpasso tra più veicoli nel tunnel: chiusa fino in serata la tangenziale

  • Ancora uno schianto sulle nostre strade, questa volta è via Bidente il teatro dell'incidente

  • Travolge nella nebbia il camion dei rifiuti fermo a bordo strada: grave un 49enne

  • Investito da un'auto dopo esser uscito da scuola: paura per un bimbo di 11 anni

Torna su
ForlìToday è in caricamento