PolStrada di Rocca, Vietina: "Dal Governo risposte e proposte fumose. Ma la partita è ancora aperta"

Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio, commenta la risposta del viceministro dell’Interno Matteo Mauri all'interrogazione parlamentare

Dal governo "poca chiarezza" sul futuro del Presidio di Polizia Stradale di Rocca di Rocca San Casciano. Così Simona Vietina, parlamentare di Forza Italia e sindaco di Tredozio, commenta la risposta del viceministro dell’Interno Matteo Mauri all'interrogazione parlamentare: "Da un lato si parla di chiusura, dall’altro si ventila l’ipotesi di un possibile mantenimento del presidio ma con funzioni ridimensionate, assimilabili a quelle di in un generico posto di Polizia. Questa mancanza di chiarezza non può essere soddisfacente per tutte le persone che attendevano una risposta netta e risolutiva: la trasformazione di un presidio della Polstrada in un generico posto di Polizia non risponde alle esigenze di un territorio che già soffre di tutte le difficoltà legate alla sua natura di territorio montano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ancora una volta ci troviamo di fronte a un’azione che impoverisce le periferie e i territori che avrebbero bisogno di maggiore sostegno - prosegue la parlamentare -. A questo punto il Governo deve prendere una decisione e affrontarne le conseguenze: o si mantiene il Presidio, dimostrando che la tanto decantata attenzione ai territori montani è una realtà e non solo una bandiera elettorale, o il Presidio della Polstrada di Rocca chiude e tutto il governo si prenderà la responsabilità di questa scelta, spiegando ai cittadini dove sono finite tutte quelle mozioni sugli aiuti alla montagna approvate all’unanimità.
La partita è ancora aperta e la battaglia per difendere questo distaccamento della polizia stradale che la comunità intera ha dimostrato di ritenere imprescindibile, non è ancora persa. Il mio impegno per evitare che il Presidio scompaia o venga drasticamente ridimensionato nelle sue mansioni e operatività continua".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Un improvviso arresto cardiaco spezza la vita ad un giovane di 26 anni

  • "Sarà un maxi-supermercato, secondo solo all'iper": i commercianti chiedono di bocciare il progetto

  • Meldola, si lancia nel vuoto e perde la vita: nuova tragedia al ponte dei Veneziani

  • Mentre lavora il giardino di casa la terra restituisce bombe a mano e proiettili: strada chiusa a pochi passi dal centro

  • Centauro esce di strada: la moto vola nella scarpata, interviene l'elicottero

  • Covid-19, un'altra vittima a Forlì. Nessun contagiato nelle ultime ore e altri 9 guariti

Torna su
ForlìToday è in caricamento