Predappio, i Socialisti propongono una targa commemorativa in ricordo di Matteotti

I Socialisti del Forlivese propongono al sindaco di apporre una targa commemorativa in Viale Giacomo Matteotti

I Socialisti della Provincia di Forlì-Cesena apprendono "con stupore, dolore e rammarico la decisione del sindaco di Predappio, Roberto Canali, di non patrocinare più i “viaggi della memoria” ad Auschwitz. Il tutto con motivazione pretestuose e storicamente confuse. Meglio se avesse dichiarato che il Comune di Predappio non ha fondi sufficienti, piaga che affligge molti Comuni Italiani". "Nel considerare comunque il sindaco Canali in buona fede - afferma il segretario provinciale Luca Pellegri -, i Socialisti del Forlivese, a proposito di memoria, propongono al sindaco di apporre una targa commemorativa in Viale Giacomo Matteotti (strada obbligata da percorrere nei ricorrenti “pellegrinaggi” alla tomba di Mussolini) in cui si racconti chi fu Matteotti, perchè e come morì a 39 anni nel 1924, chi furono gli esecutori ed il responsabile politico del suo barbaro assassinio; nessun onere per il Comune di Predappio, solo il permesso. Paghiamo noi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tuffo in mare si trasforma in tragedia: giovane muore sotto gli occhi degli amici

  • Auto si schianta contro un camion: due feriti gravi, 16enne in terapia intensiva

  • Viene da Malta, ufficializzata la prima compagnia aerea con un aereo con base al "Ridolfi"

  • "Vuole ucciderla", i Carabinieri corrono subito. Picchiava la compagna davanti alla figlioletta, arrestato

  • Coronavirus, tre nuovi tamponi positivi. Un'infermiera colpita per la seconda volta dal virus

  • Giugno 2020 il meno caldo degli ultimi nove anni. Ora il break temporalesco: "Non si escludono fenomeni violenti"

Torna su
ForlìToday è in caricamento